Caso Gregoretti, Salvini per protesta fa lo sciopero della fame


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Matteo Salvini a Serra San Bruno (Ansa)

Prosegue anche oggi il digiuno di Matteo Salvini, iniziato ieri come forma di protesta per la vicenda Gregoretti in cui è indagato dalla procura di Catania per sequestro di persona per avere impedito ai migranti di sbarcare. Il caso è approdato alla giunta per le immunità al Senato che ha approvato, coi voti dei membri leghisti, l’autorizzazione a procedere. In ogni caso, il voto definitivo spetterà all’aula di palazzo Madama il prossimo mese di Febbraio.

Stamani, giunto a Serra San Bruno (Vibo), penultima tappa della sua campagna elettorale in Calabria, il leader della Lega, sorridendo, ha detto ai cronisti: “Non ho ancora mangiato, arrivo a stasera”. Nel pomeriggio il leader del Carroccio è a Catanzaro, mentre poi volerà per l’Emilia-Romagna.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM