20 Gennaio 2022

Ecco i ministri del governo Draghi

Stessa categoria

Ventitrè ministri, di cui 15 politici e 8 tecnici, cui vanno i ministeri ‘chiave’. Otto le donne e diversi riconfermati del governo Conte. E’ questo l’esecutivo targato Mario Draghi che stamane si appresta al giuramento al palazzo del Quirinale davanti al capo dello Stato Sergio Mattarella.

La compagine delle donne nel governo è composta da Marta Cartabia, Luciana Lamorgese, Mariastella Gelmini, Mara Carfagna, Fabiana Dadone, Elena Bonetti, Erika Stefani e Cristina Messa.

Gli uomini sono Dario Franceschini, Andrea Orlando, Federico D’Incà, Vittorio Colao, Renato Brunetta, Massimo Garavaglia, Luigi Di Maio, Lorenzo Guerini, Daniele Franco, Giancarlo Giorgetti, Stefano Patuanelli, Roberto Cingolani, Enrico Giovannini, Patrizio Bianchi e Roberto Speranza.

Ecco tutti i ministri del governo Draghi:

1) Daniele Franco ministro all’Economia

2) Giancarlo Giorgetti ministro Sviluppo economico

3) Roberto Speranza ministro della Salute

4) Roberto Cingolani ministro all’Ambiente Transizione ecologica

5) Luigi Di Maio ministro degli Esteri

6) Marta Cartabia ministro alla Giustizia

7) Renato Brunetta ministro alla Pubblica Amministrazione

8) Andrea Orlando ministro del Lavoro

9) Luciana Lamorgese ministro degli Interni

10) Erika Stefani ministro alle Disabilità

11) Vittorio Colao ministro all’Innovazione tecnologica

12) Patrizio Bianchi ministro dell’Istruzione

13) Dario Franceschini ministro alla Cultura

14) Federico D’Incà ministro ai Rapporti con il Parlamento

15) Massimo Garavaglia ministro del Turismo

16) Elena Bonetti ministro alle Pari Opportunità

17) Mara Carfagna ministro al Sud e Coesione

18) Lorenzo Guerini ministro della Difesa

19) Maria Stella Gelmini ministro alle Autonomie

20) Dadone alle ministro alle Politiche Giovanili

21) Stefano Patuanelli ministro all’Agricoltura

22) Enrico Giovannini ministro delle Infrastrutture

23) Cristina Messa ministro all’Università 

Sottosegretario alla presidenza, con funzioni di segretario, Roberto Garofoli


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Confederazione commercianti e turismo: “Il Super Green Pass favorisce il tracollo delle Pmi”

Cicas: La certificazione discriminatoria, da molti giuristi bollata come illegittima, nega anche il diritto Costituzionale al Lavoro

Covid, il Tar annulla la circolare del ministero sulla “vigilante attesa”

Il tribunale amministrativo del Lazio annulla la circolare di Speranza e accoglie il ricorso firmato dal presidente del Comitato Cura Domiciliare Covid-19, avvocato Erich Grimaldi, e dall'avvocato Valentina Piraino

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER