Comincia il grande esodo. Venerdì incidenti sull'Autostrada A1 e A14. 2 morti. Sgomberati i maiali

Incidente sulla Piacenza-Parma spacca in due l'ItaliaDa venerdi è iniziato il primo grande esodo estivo. E non mancano incidenti, code per chilometri e disagi. Tra oggi, sabato, e domenica, milioni di vacanzieri in auto percorreranno le autostrade per l’Italia per raggiungere le località turistiche.

Nella giornata di venerdi l’Autostrada A1 e l’A14 sono stati interessati da tre brutti incidenti che hanno causato la morte di due persone e alcuni feriti creando forti rallentamenti alla circolazione con gli automobilisti fermi sotto il sole per ore con malori registrati un po’ ovunque.

Due incidenti nella notte sulla A1 Milano Napoli hanno costretto la chiusura dell’arteria in entrambi in sensi di marcia. L’Italia è stata divisa in due fino a mezzogiorno di venerdi. Il tratto Piacenza-Parma stato chiuso in direzione di Bologna.  La riapertura del tratto dell’Autosole tra il bivio con la A21 Torino-Brescia e Parma è stata disposta intorno alle dodici, chiuso appunto per i due incidenti che hanno provocato una prima vittima, tre feriti e code lunghe fino a 13 chilometri, con il ribaltamento di mezzi pesanti e serie ripercussioni anche sulla via Emilia.

La prima persona deceduta si chiamava Sonia Baiocchi, aveva 52 anni ed era residente a Sorbolo (Parma) la vittima del primo incidente stradale avvenuto sull’A1. La donna, impresaria edile, viaggiava in compagnia del marito Mauro Mora a bordo di una Citroen Picasso quando si è scontrata con un camion. La donna sarebbe deceduta sul colpo, il marito è invece rimasto ferito ed è ricoverato nel reparto di Ortopedia dell’Ospedale Maggiore di Parma. Nel secondo scontro, circa un’ora dopo il primo al chilometro 100 sempre in carreggiata sud, una Golf ha tamponato un camion che trasportava animali. Coinvolta una famiglia lombarda: madre e padre hanno riportato ferite gravi ma non sono in pericolo di vita, illesa la loro figlioletta di 5 anni.

Le code accumulate sono poi defluite attraverso uno scambio di carreggiata, ma il week end potrebbe riservare altre code improvvise lungo le arterie italiane.

Sull’A14 Bologna-Taranto, un ‘altro incidente si è verificato stato all’altezza di Ancona Sud: una seconda persona è morta e 3 sono rimaste ferite. L’automezzo coinvolto nell’incidente è un furgone attrezzato per il trasporto dei disabili. Vi viaggiava una famiglia di tre persone, originaria della provincia di Pesaro Urbino: padre, madre e figlio. Il deceduto è il padre, che era alla guida e che avrebbe perso il controllo del mezzo, uscito di strada. Sul tratto si sono accumulati circa 4 km di coda.

Il primo incidente è avvenuto poco prima delle 24 all’altezza del km 102, e ha coinvolto un’auto e più mezzi pesanti: é stato necessario chiudere il tratto tra l’allacciamento con la A15 e Parma. All’1.30 si é poi verificato un tamponamento in coda al primo incidente, con il coinvolgimento di tre mezzi pesanti e un’auto: il mezzo pesante che trasportava maiali vivi si è ribaltato occupando gran parte della carreggiata con dispersione del carico. Dei tre occupanti dell’auto coinvolta, due sono stati soccorsi in condizioni gravi, il terzo – una bambina – é rimasta ferita in modo lieve.  Gli animali hanno scorazzato tra le auto in coda, ma poi sono stati recuperati.

Autostrade per l’Italia consiglia agli utenti già in viaggio sulla A1 in direzione di Bologna di seguire per la A21, poi proseguire per A7, A12, A11, con successivo rientro in A1 all’altezza di Firenze. Agli utenti non ancora in viaggio e diretti verso Bologna viene consigliato di ritardare le partenze, o in alternativa di percorrere la A4 fino al bivio con la A22, per poi proseguire sulla stessa autostrada in direzione sud fino al bivio con la A1.

Sul luogo dell’incidente sono ancora in corso le operazioni di messa in sicurezza col recupero dei maiali dispersi da parte dei veterinari dell’Asl e di imprese specializzate, oltre alle attività di rimozione dei mezzi coinvolti. Impegnata anche la Polizia municipale di Parma.

Pesanti ripercussioni sulla circolazione anche sulla via Emilia in direzione Sud. Fin dal primo incidente – spiega Autostrade – è stata attivata la distribuzione di acqua agli utenti in coda da parte del personale della Protezione Civile e della Direzione secondo Tronco di Milano di Autostrade per l’Italia.