4 Marzo 2024

63enne cosentino muore di infarto a Bari durante manifestazione della Cgil: “Soccorsi in ritardo”

Umile Ferro era partito da Cosenza per lo sciopero dei sindacati contro le misure fiscali del governo. Fatale un infarto. Polemiche per la lunga attesa dell'ambulanza

Correlati

Un uomo di 63 anni, Umile Ferro, è morto a Bari durante la manifestazione sindacale della Cgil e della Uil promossa contro le misure fiscali del governo in contemporanea con altre città italiane. L’uomo era giunto nel capoluogo pugliese da Acri, in provincia di Cosenza.

Secondo notizie di stampa, l’uomo durante la manifestazione si è allontanato con un amico per fare una passeggiata sul lungomare, quando si è improvvisamente accasciato a terra. Si parla di un infarto. Allertati i soccorsi, l’ambulanza – secondo testimonianze -, sarebbe arrivata con quasi un’ora di ritardo.

“Purtroppo – riferisce Angelo Sposato, segretario della Cgil Calabria – ci dicono che i soccorsi sono arrivati con molto ritardo, ci riferiscono tra 40 e 50 minuti dopo”. Un’attesa molto lunga che ha probabilmente inciso nel decesso del sessantenne cosentino.

“Umile Ferro era da pochi anni tornato in Calabria dal Venezuela – ricorda un comunicato della Cgil citato dal Quotidiano del Sud – dove aveva vissuto gran parte della sua vita. Un uomo che da poco ma con grande entusiasmo si era avvicinato al mondo della Cgil di Cosenza. Partecipava con passione e dedizione alle riunioni, alle manifestazioni. Grande il sostegno ricevuto dai vertici nazionali della Cgil, accorsi sul luogo a manifestazione terminata, Gianna Fracassi e Domenico Proietti e fondamentale l’apporto dei compagni della Cgil Puglia, da Pino Gesmundo agli altri. Un particolare ringraziamento va poi e su tutto ai vertici della Cgil regionale calabrese, dal segretario Angelo Sposato al segretario organizzativo Gianfranco Trotta, e tutti gli altri, presenti sul posto con noi”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Analista media russo: “L’Occidente fa sua la sconfitta dell’Ucraina”

"Sta diventando sempre più chiaro che l’errore principale dell’Occidente non è stato nemmeno il tentativo di sconfiggere la Russia in Ucraina (cioè la scommessa di mantenere Kiev nella propria orbita), ma piuttosto equiparare la vittoria della Russia alla propria sconfitta"

DALLA CALABRIA

Locride, maxi sequestro di droga e armi da parte dei carabinieri

L’arsenale e l'ingente quantitativo di stupefacente erano occultati in parte all’interno di un’intercapedine creata ad hoc nel sottotetto di un’abitazione. Arrestata una persona

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)