27 Settembre 2022

Migliaia di persone in piazza contro il Green pass: “Ora basta, rivogliamo diritti e libertà”

Centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza a Roma, Milano, Torino, Napoli, Palermo e in altre città minori per urlare "Libertà" e dire "no" al Green pass base e rafforzato e all'obbligo vaccinale. A Milano presente il Premio Nobel Luc Montagnier che invita alla resistenza: "I non vaccinati salveranno l'umanità, resistenza e disobbedienza civile"

Correlati

Centinaia di migliaia di persone sono scese nuovamente in piazza a Roma, Milano, Torino, Bologna, Napoli, Palermo e in altre città minori per urlare “Diritti e Libertà”, dire “no” alla dittatura e alla certificazione verde discriminatoria come il Green pass base e rafforzato. Manifestazioni del tutto pacifiche che non hanno avuto problemi di ordine pubblico.

In tutte le piazze erano presenti molti giovani e tante famiglie con bambini al seguito. Famiglie che hanno esposto cartelli e striscioni variopinti con slogan che ormai conosciamo bene. Tra i presenti, tra i tanti altri, molti ultracinquentenni, sigle sindacali delle forze dell’ordine, sanitari, docenti e personale scolastico sospesi.

A Roma, in piazza San Giovanni, stracolma di persone, si sono levati cori contro il governo Draghi, contro i sedicenti scienziati, detti anche televirologi, nonché intonato slogan di disprezzo contro i media mainstream che da due anni diffondono menzogne e terrore su una emergenza che è divenuta ormai solo politica. “Giornalai corrotti e prezzolati”, è stato detto.

Intervenuto in collegamento video anche monsignor Carlo Maria Viganò, già Nunzio Apostolico negli Stati Uniti che ha esortato a resistere e disobbedire alle norme illegittime e discriminatorie varate dal Governo. L’alto presule ha poi fatto passaggi sul grande Reset e sul nuovo ordine mondiale ordito da un ristretto circolo èlitario che vorrebbbe sottomettere l’intera umanità alla schiavitù.

Un popolo contro il green pass e contro l’obbligo vaccinale, che vorrebbe sia ripristinata da democrazia vera (non quella succube della finanza internazionale) e la Costituzione, vilipesa ormai da norme liberticide con il silenzio-assenso del Quirinale, che della Carta fondamentale dovrebbe essere il garante.

A Milano, invece, in piazza XXV Aprile, grande partecipazione alla manifestazione di Italexit di cui è leader il senatore Gianluigi Paragone. Tanti ospiti illustri, come il Premio Nobel per la Medicina Luc Montagnier (video e testo in basso).

Lo scienziato dal palco, fra le tante cose dette, ha invitato alla disobbedienza e resistenza affermando, tra gli applausi delle migliaia di persone accorse, che “saranno i non vaccinati a salvare l’umanità”, dal momento che questi sieri genici non sono né efficaci né sicuri. Montagnier ha inoltre sostenuto che vaccinare con queste sostanze i bambini “è un crimine. Bisogna fermare queste vaccinazioni di massa”.

Ecco in video l’intervento del Premio Nobel Luc Montagnier a Milano

Il discorso di Luc Montagnier (grazie per la trascrizione a Byoblu)
“Ci sono delle immagini, straordinarie anche per me, di piccoli batteri anche a livello intestinale, che sono pieni di virus. E questo è un combattimento tra i batteri e il virus, che vanno sconfitti anche con l’alimentazione corretta e l’igiene. Non è soltanto il vaccino a curare, ma la combinazione di cure che eliminerà questa malattia. C’è stato un’enorme errore strategico, è stato sintetizzato qualcosa e isolato, un enorme errore di strategia. Contrariamente a quanto era stato detto all’inizio, questi vaccini non proteggono assolutamente, e questo sta venendo fuori piano piano. Questo è riconosciuto a livello scientifico da tutti oggi. Non sono soltanto gli esperimenti scientifici a dirlo, ma anche tutti i malati sui quali sono stati analizzati gli effetti a provarlo. Invece, di proteggere com’era stato detto, può addirittura favorire altre infezioni. La proteina che è stata utilizzata nei vaccini per questo virus è in realtà tossica, è un veleno. Il vaccino non è nato per uccidere, ma per proteggere e ci sono stati tanti morti, anche giovani sportivi che hanno problemi importanti, per colpa di questo vaccino. È un crimine assoluto dare oggi questi vaccini a dei bambini.

“Fermiamo la vaccinazione di massa”
Può causare anche malattie nervose al cervello, molto gravi. A causa di effetti a lungo termine di questo vaccino, ci sono tantissime persone che stanno morendo. Patologie neurologiche possono verificarsi anche a partire dalla prima dose, e non solo dalla seconda. Ancora oggi, nessuno può prevedere quante di queste persone che sono state vaccinate ora, avranno in futuro dei problemi neurologici importanti. Chiedo a tutti i miei colleghi di fermare assolutamente la vaccinazione con questo tipo di vaccino. I medici oggi sono perfettamente informati di quello che sto dicendo, e dunque dovrebbero intervenire subito perché ne va di mezzo il futuro dell’umanità. Tanti paesi si sono dimenticati delle cure, non esiste soltanto il vaccino, esistono dei farmaci che non sono stati utilizzati e che funzionano benissimo, come gli antibiotici.

“I non vaccinati salveranno l’umanità”
Dipende da voi, soprattutto dai non vaccinati che un domani potranno salvare l’umanità. Solo i non vaccinati, potranno salvare i vaccinati. Vaccinati che dovranno, in ogni caso, interpellare i centri medici per essere salvati. Bisogna evitare di ascoltare e di dare voce a chi non ha titolo di poterlo fare e lasciare parlare la scienza. Ripeto: sono i non vaccinati che potranno salvare l’umanità.

All’inizio le grandi multinazionali farmaceutiche erano molto interessate ai vaccini per una questione economica. Questo adesso li ha sorpassati e dobbiamo tornare al rispetto della verità scientifica. Bisogna seguire attentamente l’evolversi della situazione clinica, soprattutto dei vaccinati con 1, 2 o 3 dosi, perché ci sono studi scientifici che riguardano proprio gravi patologie al cervello. E bisogna sopprimere quella nebbia che si è abbattuta sulle notizie scientifiche. È importante che la medicina e la verità scientifica appainao precise nei media e nel mainstream.

“La ricerca scientifica non si ferma”
Soprattutto per le persone che hanno altre patologie, come il cancro ad esempio, è molto importante che non vengano vaccinate, perché c’è un alluminio che entra nelle cellule ed è super cancerogeno ancora di più e quindi invece di curare i malati li fanno morire ancora prima. La ricerca continua, e anche io con tutta la mia équipe continuo a fare ricerche su questo virus. La ricerca non si ferma, non siamo ancora arrivati al dunque.

L’uomo vincerà se si concentra sulla legge della natura e solo su quella. Ogni cittadino è libero e deve seguire anche le idee politiche, approfittate delle prossime elezioni per esprimere il vostro parere.

Cosa direi a un giovane oggi? Dovete assolutamente agire, ognuno di voi, e trovare la verità nascosta dietro le menzogne. Viva la libertà”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Spari in una scuola in Russia, 15 morti tra cui 11 bimbi. 24 feriti. Il Cremlino: “Forse un neonazista”

Si aggrava il bilancio delle vittime della sparatoria nella scuola di Izhevsk, salito a 15 morti, tra cui 11...

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER