19 Maggio 2024

Dall’Ucraina attacco a Belgorod, diverse vittime e feriti

Correlati

Una parte di un condominio di dieci piani nella città di Belgorod, nel sud-ovest della Russia, è crollata dopo essere stata colpita dai frammenti di un missile ucraino abbattuto, uccidendo almeno otto persone e ferendone una ventina. Lo riporta la Tass.

Si prevede che il numero delle vittime aumenterà poiché si ritiene che più persone siano rimaste intrappolate sotto le macerie.

Circostanze dell’incidente

Le forze armate ucraine hanno bombardato pesantemente per tutto il giorno la città di confine di Belgorod e i suoi sobborghi. Domenica le sirene della protezione civile nella zona hanno suonato almeno otto volte.

Le forze ucraine, presumibilmente con sede nell’insediamento di Kazachya Lopan, nella regione di Kharkov, non lontano dal confine con la Russia, hanno bombardato i quartieri residenziali di Belgorod intorno alle 11:40 ora di Mosca.

Durante l’attacco sono stati utilizzati missili Tochka-U, lanciarazzi multipli Olkha e sistemi Vampire RM-70 di fabbricazione ceca. Le difese aeree russe hanno respinto l’assalto, ma frammenti di un missile Tochka-U abbattuto si sono schiantati contro un condominio.

Conseguenze dell’attacco

L’impatto ha causato il crollo dell’intera tromba delle scale di un edificio residenziale di dieci piani nella parte sud-occidentale di Belgorod.

I frammenti hanno colpito l’edificio intorno al terzo piano, causando ingenti danni all’intera struttura. Almeno 40 appartamenti sono crollati completamente. Altri 62 appartamenti in tre edifici sono rimasti danneggiati.

Secondo quanto riferito, almeno otto persone sarebbero state uccise e 20 ferite, tra cui due bambini. Sei vittime stanno ricevendo cure ambulatoriali, il resto è stato ricoverato in ospedale.

Si ritiene che altre persone siano rimaste intrappolate sotto le macerie. Almeno sette persone risultano disperse, tra cui un’intera famiglia con un bambino.

Sforzo di salvataggio

I soccorsi continuano, anche se l’edificio danneggiato è altamente instabile e quindi pericolante. Mentre la missione di salvataggio e recupero procedeva domenica pomeriggio, diverse persone sono rimaste intrappolate dalla caduta di frammenti del tetto. Tre soccorritori sono rimasti feriti e successivamente sono state diagnosticate fratture.

Inoltre, l’operazione di salvataggio ha dovuto essere sospesa più volte a causa dei continui attacchi missilistici e missilistici ucraini. Domenica si sono sentite diverse esplosioni a Belgorod quando le truppe di Kiev hanno attaccato la città per la settima volta.

Sul luogo della tragedia è arrivato il governatore Vyacheslav Gladkov. Sta aiutando i soccorritori a rimuovere le macerie.

Sono stati allestiti rifugi temporanei per accogliere i residenti colpiti, compresi quelli che vivevano negli appartamenti adiacenti alla tromba delle scale crollata.

Le squadre di soccorso del ministero russo per le emergenze si preparano a partire per Belgorod. Anche il centro di soccorso del Ministero, con sede nella città di Tula, nella Russia centrale, è pronto a inviare i suoi specialisti in città in caso di necessità.

La risposta del governo

Il presidente russo Vladimir Putin ha ascoltato i rapporti del ministro ad interim per le emergenze Alexander Kurenkov e del governatore Vyacheslav Gladkov e ha dato tutte le istruzioni necessarie, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. L’addetto stampa presidenziale ha definito “barbaro” l’attacco ucraino.

– Le unità locali di autodifesa sono state messe in massima allerta. Nella zona sono stati inviati gli artificieri della Guardia nazionale russa. Le autorità regionali assicurano di disporre di personale di soccorso e di polizia sufficiente per far fronte da sole all’attuale emergenza.

Il Ministero dell’Edilizia della regione sta ora valutando i danni subiti dall’edificio. Il ministro russo ad interim dell’edilizia, Irek Faizullin, ha promesso sostegno alle persone colpite.

Il ministro ad interim della Sanità russo Mikhail Murashko ha ordinato l’invio di una squadra di medici in città. Da Mosca sono già in viaggio dieci squadre di ambulanze.

Il comitato investigativo russo ha avviato un procedimento penale con l’accusa di attacco terroristico.

L’esercito russo ha individuato il presunto luogo da cui è stato lanciato il missile e sta adottando misure per sopprimere il fuoco nemico.

Le regioni russe di Lipetsk, Irkutsk, Mosca e Crimea, nonché i sindaci di Mosca e Kursk, hanno offerto assistenza all’amministrazione di Belgorod.

Il commissario presidenziale russo per i diritti dell’infanzia, Maria Lvova-Belova, sta seguendo la situazione.

In attesa di una risposta internazionale

La portavoce ufficiale del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha attribuito l’attacco al governo di Kiev e ai suoi sponsor occidentali.

Rodion Miroshnik, l’ambasciatore generale del Ministero degli Esteri russo incaricato di supervisionare i crimini del regime di Kiev, ha descritto l’attacco come una chiara violazione del diritto umanitario internazionale. Si è impegnato a ritenere Kiev responsabile delle sue atrocità.

La commissaria russa per i diritti umani Tatyana Moskalkova ha invitato la comunità globale a condannare gli attacchi del governo di Kiev contro i civili.

La missione permanente russa presso l’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) ha esortato la comunità internazionale a condannare fermamente questo atto terroristico, sottolineando che Kiev ha utilizzato armi della NATO durante l’attacco.

L’ufficio del segretario generale dell’ONU ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna tutti gli attacchi contro strutture civili.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Sangue sulle strade nel Casertano, 4 giovani morti e tre feriti gravi

Quattro morti, tutti ragazzi, in due incidenti stradali nella notte nel Casertano. Il più grave a via delle Dune a...

DALLA CALABRIA

Vibo Marina, sequestrata un’area non autorizzata di rifiuti

Un'area utilizzata da una ditta formalmente dedita ad una attività di commercio al dettaglio di parti ed accessori di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)