25 Giugno 2024

Si schianta l’elicottero del presidente iraniano Raisi, ricerche in corso

Correlati

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi

Il presidente dell’Iran Ebrahim Raisi è rimasto coinvolto in un incidente con l’elicottero a bordo del quale stava viaggiando insieme ad alcuni funzionari. Lo riporta l’agenzia di stampa iraniana Irna. L’elicottero si sarebbe schiantato in una zona montuosa impervia, probabilmente a causa del maltempo.

La notizia è stata confermata dal ministro dell’Interno iraniano Ahmad Vahidi alla tv annunciando che sono in corso le operazioni di ricerca e salvataggio per ritrovare l’elicottero del presidente Ebrahim Raisi.

L’incidente è avvenuto domenica nella foresta di Dizmar, tra le città di Varzaqan e Jolfa, nella provincia dell’Azerbaigian orientale, mentre il presidente stava tornando da un evento per inaugurare una diga con il presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev.

“Vari gruppi di soccorso si stanno muovendo verso il sito, ma a causa della nebbia e del maltempo, potrebbe volerci del tempo per raggiungere la zona. Le operazioni sono sotto controllo”, ha detto Vahidi.

“Ci sono stati contatti con gli accompagnatori del presidente, ma dato che la zona è montuosa ed è difficile stabilire contatti, speriamo che le squadre di soccorso arrivino prima sul luogo dell’incidente e ci diano maggiori informazioni”, ha aggiunto il ministro.

I media locali iraniani hanno riferito che sta piovendo forte nella zona del distretto di Varzaghan ed è difficile per le squadre di soccorso e ricerca camminare nella fitta nebbia.

Vahidi ha detto alla televisione di stato iraniana che, a causa delle difficili condizioni meteorologiche, potrebbe volerci del tempo prima che la squadra di ricerca e soccorso raggiunga il luogo dell’incidente.

Il ministro ha espresso la speranza che il team raggiunga presto il sito e trasmetta maggiori informazioni.

Il corteo del presidente Raisi comprendeva tre elicotteri. A bordo di quello coinvolto nel disastro oltre a Raisi c’erano anche il capo del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica, Hossein Amir Abdollahian, e il governatore dell’Azerbaigian orientale, Malik Rakhmati.

Sul posto sono stati inviati l’esercito, la polizia e alcuni dipendenti della Mezzaluna Rossa iraniana. Secondo i media, persone dell’entourage del presidente hanno contattato il centro di comando, il che fa sperare che nessuno sia morto nell’incidente.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

E’ libero Julian Assange, giornalista e fondatore di WikiLeaks

Il coraggioso cronista è stato rilasciato su cauzione dall'Alta Corte di Londra, annuncia WikiLeaks su X. Arrestato nell'aprile 2019 su mandato degli Stati Uniti nell'ambasciata dell'Ecuador in Uk, ha passato oltre cinque anni in una cella 2x3. Il suo crimine? Avere svelato storie di corruzione e verità scomode per l'establishment occidentale. La preoccupazione della moglie Stella: "Seguite l'aereo, non vorrei che qualcosa andasse storto"

DALLA CALABRIA

Ballottaggi in Calabria, affluenza domenica al 38,48%. Si vota anche lunedì

La percentuale dei votanti alle ore 23 nei tre centri della Calabria interessati al turno di ballottaggio per le...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)