16 Giugno 2024

L’inviato del Papa, cardinale Zuppi è a Kiev per mediare la pace con la Russia

Il Cremlino ha precisato che il presidente russo Vladimir Putin non ha per ora in programma un incontro con il cardinale. Tuttavia, secondo fonti del Vaticano citate dalla Tass l'alto prelato potrebbe andare in visita a Mosca per incontrare il presidente della Federazione russa

Correlati

Il cardinale Matteo Zuppi, delegato di Papa Francesco a discutere di negoziati di pace tra Russia e Ucraina, è volato a Kiev per presentare l’offerta di mediazione del Vaticano a Volodymyr
Zelensky.

Lo ha annunciato la Santa Sede, spiegando che nei giorni 5-6 giugno 2023, Zuppi, Arcivescovo di Bologna e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, compirà una visita a Kiev quale Inviato del Santo Padre Francesco.

Si tratta di una iniziativa che ha come scopo principale quello di ascoltare in modo approfondito le Autorità ucraine circa le possibili vie “per raggiungere una giusta pace e sostenere gesti di umanità che contribuiscano ad allentare le tensioni”. Una iniziativa che il Cremlino ha commentato limitandosi a precisare che il presidente russo Vladimir Putin non ha per ora in programma un incontro con il cardinale. Lo ha fatto sapere lunedì ai giornalisti il ​​​​portavoce presidenziale Dmitry Peskov.

Il nunzio apostolico a Kiev, l’arcivescovo lituano Visvaldas Kulbokas in un video pubblicato da Avvenire, spiega così la visita di Zuppi: “Prima Sua Eminenza ascolterà. Tutto il resto sarà da decidere: spetterà a lui decidere col Santo Padre, successivamente. Ci sarà tutta una serie di incontri, ma sarebbe discriminatorio menzionare adesso gli incontri perché è più una missione di lavoro, di studio. Poi si valuterà successivamente su che cosa porre gli accenti. Adesso invece conviene che lui li realizzi, gli incontri. Quindi si cerca di lavorare”.

Mons. Kulbokas ha accolto l’inviato del Papa nella Nunziatura apostolica da dove prende il via l’iniziativa del cardinale Zuppi. Apprezzamento per l’iniziativa della Santa Sede è arrivato dal ministro degli Esteri Antonio Tajani. “Noi siamo favorevoli a tutte le iniziative di pace – ha detto – apprezziamo lo sforzo che sta facendo la Santa Sede per favorire la fine della guerra”.

L’inviato pontificio per la pace, il cardinale Matteo Zuppi, dovrebbe visitare anche Mosca, ha detto lunedì all’agenzia di stampa Tass una fonte informata in Vaticano.

Il viaggio “è in preparazione”, ha detto la fonte, citata dall’agenzia. Tuttavia, non è stata menzionata alcuna tempistica per la visita. In precedenza, anche il cardinale Zuppi, presidente della Conferenza episcopale italiana, ha rifiutato di commentare eventuali piani.

Lunedì mattina, il servizio stampa della Santa Sede ha riferito che il porporato sarà a Kiev il 5-6 giugno. Il programma della sua visita non è stato reso noto.

Alla fine di aprile, lo stesso papa Francesco ha parlato ai giornalisti del suo pool di stampa della missione di pace del Vaticano. Non ha elaborato, dicendo solo che non era ancora pubblico. Inizialmente il pontefice si era detto pronto a recarsi personalmente a Kiev, ma solo a condizione che fosse ricevuto anche a Mosca.

Come ha spiegato in precedenza il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, non si tratta di una missione finalizzata a una risoluzione immediata; è piuttosto volto a migliorare il clima per avvicinare la pace.

La parte russa accoglie con favore qualsiasi tentativo di facilitare un accordo di pace, mentre Kiev ha affermato di non aver bisogno di mediatori. Papa Francesco ha espresso fiducia in una delle sue interviste che la pace è possibile se le parti possono parlarsi, anche attraverso un mediatore.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Motonave rischia di affondare, in salvo le 85 persone a bordo

Una nave in servizio da Grado a Trieste ha lanciato un 'may day' per rischio affondamento mentre era in...

DALLA CALABRIA

Uccise ladro sorpreso in casa, il Riesame conferma custodia in carcere

Il Tribunale del Riesame di Reggio Calabria ha ritenuto sussistenti le esigenze cautelari e ha confermato l’arresto in carcere...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)