5 Dicembre 2023

Romano, (Corsera): "I Bronzi non sono della Calabria"

Correlati

Bronzi di Riace“I Bronzi di Riace appartengono alla Nazione non alla sola Calabria”. Lo scrive l’editorialista del Corriere della Sera rispondendo a un lettore che chiede “un minimo di furbizia alla Regione Calabria” la quale “dovrebbe impegnarsi per rimuovere tutti gli ostacoli e acquisire una straordinaria vetrina davanti a milioni di visitatori”, in vista dell’Expò 2015 a Milano.

“Nel caso dei bronzi di Riace, – risponde l’ex diplomatico – il criterio dell’appartenenza alla Calabria, comunque, mi sembra un po’ tirato per i capelli. Sono stati rinvenuti da un pescatore subacqueo nell’agosto del 1972 a 300 metri dalla costa di un comune calabrese (Riace). Sono stati recuperati dai carabinieri, vale a dire da un corpo nazionale. Sono stati affidati dapprima ai tecnici della sovrintendenza calabrese, poi al Centro di restauro dell’Opificio delle pietre dure di Firenze: due istituzioni nazionali.

Il restauro dei Bronzi di Riace
Il restauro dei Bronzi di Riace

Appartengono alla Regione Calabria o alla nazione italiana? Esiste naturalmente il problema del trasporto. Ma i bronzi hanno già viaggiato dalla Calabria a Firenze, da Firenze a Roma , da Roma alla Calabria. Esistono valide ragioni per cui non dovrebbero fare un quarto viaggio? Quanto ai vantaggi che Reggio Calabria ricaverebbe dalla presenza dei bronzi a Milano in occasione dell’Expo, caro Gradi, credo che lei abbia ragione.

I visitatori non si misurerebbero in migliaia , come accade a Reggio, ma in milioni. Tornando a casa quelli dell’Expo racconterebbero ai loro connazionali che in Calabria esiste un Museo della Magna Grecia a cui vale la pena di dare un’occhiata”, conclude Romano.

EXPO 2015
L’area che ospiterà l’Expò 2015 a Milano

Sulla vicenda del trasferimento dei Bronzi da Reggio Calabria a Milano nelle scorse settimane c’è stata una forte polemica  tra i pro e i contro. A favore del trasferimento si erano schierati il critico d’arte Vittorio Sgarbi e il governatore della Lombardia Roberto Maroni. Dalla Calabria, un secco diniego motivato dalla soprindendenza calabrese dalla “fragilità” delle statue. Un parere supportato dalle parole del premier Matteo Renzi: “Restino in Calabria. Ho bisogno di portare turisti in Calabria”. Un botta e risposta culminato in uno scambio di accuse tra Milano e Reggio Calabria con in coda annunci di querele e controquerele. Protagonista degli strascichi giudiziari il vulvanico presidente della Commissione vigilanza Aurelio Chizzoniti e Sgarbi.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Almeno 50 palestinesi uccisi negli attacchi aerei israeliani a Khan Yunis, a Gaza

Fonti mediche hanno annunciato che almeno 40 civili palestinesi sono stati uccisi e dozzine sono rimasti feriti a seguito...

DALLA CALABRIA

Assenteismo all’Asp di Reggio, sospesi due dirigenti medici

I Finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Palmi diretta da...

I misteri del Covid, dei Vaccini e delle Morti improvvise

Popolari sul Covid


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)