1 Luglio 2022

Sparatoria a Roma, 4 feriti. Un fermo e una denuncia

Stessa categoria

volante polizia

E’ un romano di 26 anni il giovane fermato dalla polizia di stato per il ferimento di quattro persone avvenuto nella notte nei pressi di una discoteca dell’Eur.

Il giovane con precedenti di polizia, è stato sottoposto a fermo e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Insieme a lui è stato denunciato in stato di libertà dalla Squadra Mobile e dal Commissariato Esposizione, un altro giovane romano di 32 anni, con precedenti di polizia. E’ emerso che il 32enne era in compagnia dell’uomo fermato per la sparatoria.

La sparatoria è avvenuta nella Capitale alle prime ore del mattino di sabato, in zona Esposizione, all’Eur. Dopo la segnalazione di colpi d’arma da fuoco, gli agenti della Polizia di Stato di Roma sono intervenuti in piazza Guglielmo Marconi, davanti ad un locale.

Sul posto, si è accertata la presenza di quattro feriti, tre italiani ed uno spagnolo nonché alcuni bossoli a terra.

Gli investigatori hanno da subito sospettato che la responsabilità del ferimento fosse riconducibile ad una sola persona. Questi, avrebbe sparato a seguito di una precedente lite avvenuta sempre nel locale.

Sono in corso indagini da parte degli agenti della squadra mobile e del commissariato Esposizione anche per accertare se le persone colpite dai colpi d’arma da fuoco fossero coinvolte nel precedente diverbio. I feriti, di cui uno in codice rosso, non sarebbero in pericolo di vita.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER