29 Giugno 2022

Carte di circolazione in cambio di denaro, 3 arresti a Roma

Stessa categoria

Motorizzazione civile RomaRilasciava carte di circolazione senza effettuare i prescritti collaudi dietro compensi in denaro. Con le accuse di corruzione, concussione, falso e accesso abusivo al sistema informatico, gli investigatori della polizia stradale del compartimento di Roma hanno arrestato alle prime luci dell’alba D.G., 67 anni, dipendente della Motorizzazione Civile della Capitale.

In manette è finito anche il gestore di un’agenzia di pratiche auto, che faceva da tramite tra i clienti, ignari dell’irregolare procedura, e il dipendente della motorizzazione. Si tratta di P.M., 54 anni, accusato di corruzione e falso in concorso. Stesse accuse per C. S., 51 anni, gestore di un’altra agenzia di pratiche auto sottoposto però alla misura degli arresti domiciliari. I provvedimenti cautelari sono stati eseguiti nell’ambito dell’operazione “Motor gate”.

L’indagine, durata circa quattro mesi, che si è avvalsa anche di attività tecniche e pedinamenti, è stata coordinata dalla Procura di Roma.

La polizia stradale ha accertato che, tra giugno e ottobre 2016, in ben 153 casi l’impiegato infedele ha prodotto certificazioni che attestavano il superamento di collaudi in realtà mai effettuati. Tra i mezzi coinvolti vi erano diversi veicoli tra i quali l’ape, il famoso tre ruote molto utilizzato nello “street food”.

Sono stati così immessi in circolazione veicoli modificati non collaudati, che costituivano un pericolo per la circolazione. Tutte le pratiche false sono state trattate da un unico operatore. L’arrestato, D.G., da pochi giorni non più in servizio presso la Motorizzazione, forzava le procedure di protezione del sistema informatico del Dipartimento trasporti terrestri per inserire i dati falsi, stampava le carte di circolazione e poi cancellava i dati nei file della pratica.

Per ogni carta di circolazione emessa, gli arrestati ricevevano compensi in denaro tra i 500 e i 600 euro. Nel corso delle indagini è poi emerso che, il dipendente della Motorizzazione, aveva richiesto soldi al gestore di un’autoscuola per il superamento di alcuni esami di guida. Nell’ambito dell’indagine sono indagate altre sette persone per favoreggiamento.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER