Infermiera muore nel sonno a Frosinone: “Cause naturali”, ma era stata vaccinata


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Tutti i media scrivono che è improvvisamente morta nel sonno, Elisabeth Durazzo, la giovane infermiera in servizio all’ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone, tra i primi ospedali laziali che tra fine dicembre e inizi di gennaio tutto il personale sanitario è stato sottoposto a una massiccia vaccinazione contro il Covid.

I primi cinque vaccini ‘Comirnaty’ della Pfizer sono stati somministrati il 29 dicembre alla presenza del governatore del Lazio Nicola Zingaretti e dell’assessore alla Salute Alessio D’Amato, poi nei giorni successivi è stata la volta di tutti gli altri operatori sanitari, tra medici e infermieri.

A distanza di una decina di giorni dalla fine delle vaccinazioni, il 13 gennaio, Eli Durazzo, 39 anni, con un figlio piccolo, a detta dei media, sarebbe deceduta nel sonno per un arresto cardiaco. “E’ morta nel sonno per cause naturali, punto”, rispondono fonti mediche laziali a chi si azzarda a porre domande sulle reali cause del decesso. Questioni di privacy, riferiscono, però quando è stato fatto il V-Day insieme a Zingaretti la privacy è stata messa da parte come mostra il video.

Tuttavia le circostanze della morte dell’operatrice sono avvolte nel mistero. Nessuna autopsia, funerali già svolti, già tumulata e addio a questo mondo dominato da notizie a senso unico. Un po’ come – è già accaduto in altri casi – se qualcuno volesse nascondere la polvere delle responsabilità sotto il tappeto. In nessuno degli articoli presenti sui media si fa menzione alla vaccinazione avvenuta su tutti gli operatori sanitari dello Spaziani e che forse (forse) la donna avrebbe potuto avere gravi reazioni avverse al farmaco tanto da rimetterci la pelle. Nemmeno dubbi e sospetti, che è poi sono l’essenza del giornalismo.

Eppure un giornale locale aveva dato la notizia che la donna era stata “appena vaccinata ed è morta nel sonno”, come appare nella foto prima e dopo. Il sommario dell’articolo e il permalink sono stati rettificati e corretti. E’ in sostanza sparita la dicitura “appena vaccinata” perché scriverlo è evidentemente “politicamente scorretto” rispetto al pensiero unico del virus e dei vaccini “salvifici”.

La donna, originaria di Piedimonte San Germano, a una cinquantina di km da Frosinone, era stata assunta da poco tempo presso il presidio ospedaliero. Fatta la vaccinazione come tutti, la notte tra il 12 e il 13 gennaio è morta senza accorgersene, mentre dormiva. Cosa ha determinato il decesso di una persona che era sana? A causa di cosa è morta? E’ un vero giallo su cui vige il massimo riserbo e su cui pare nessuno voglia indagare.

A sbirciare sul suo profilo Instagram Elisabeth Durazzo negli anni scorsi si era sottoposta a una rigida dieta come appare dalle foto datate 2017. La donna aveva perso una decina di chili e questo sforzo fatto di privazioni a tavola l’aveva resa molto felice. Questo tre anni fa. Qualche tempo dopo l’assunzione in ospedale, il vaccino e infine la morte misteriosa.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM