Elezioni in Friuli Venezia Giulia, oltre un milione alle urne

Carlomagno campagna ottobre 2018

Elezioni regionali Seggi aperti domani in Friuli Venezia Giulia per l’elezione del presidente della giunta e del consiglio regionale. Sono 1.107.425 gli elettori aventi diritto di voto. Di questi, 156.166 sono iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero. I seggi rimarranno aperti dalle 7 alle 23, mentre gli scrutini cominceranno alle 8 del giorno successivo.

Nella circoscrizione di Trieste, secondo i dati diffusi dalla Regione, saranno chiamate ad eleggere Consiglio e Presidente della Regione 212.168 persone; in quella di Gorizia 118.817, a Udine 410.617, a Tolmezzo 82.220 e a Pordenone 283.603.

In totale, saranno 1.369 le sezioni aperte. Alla consultazione regionale parteciperanno per la prima volta anche gli elettori del comune di Sappada -1.211 gli aventi diritto di voto – entrato a far parte della regione Friuli Venezia Giulia alla fine del 2017.

Le ultime consultazioni regionali risalgono al 21-22 aprile 2013: del 1.099.334 di aventi diritto al voto, si erano recati alle urne in 554.943, con un’affluenza pari al 50,48%, ma si votava domenica e lunedì.

A contendersi la presidenza della Regione, che è a statuto speciale, Alessandro Fraleoni Morghera, sostenuto dalla sola lista del Movimento 5 stelle; Sergio Bolzonello, candidato Pd sostenuto dal Centrosinistra con cinque liste; Massimiliano Fedriga, candidato della Lega sostenuto dal Centrodestra con 5 liste; Sergio Cecotti, lista Patto per l’Autonomia e Isa Dorigo, Acuile dal Friul.

Il voto di domani in Friuli Venezia Giulia, come quello del Molise della scorsa settimana, è molto atteso dai palazzi politici romani. I voti tra le elezioni politiche e quelle regionali non si sommano, ma per i big impegnati nella difficile partita del nuovo governo, può rappresentare un momento in cui far valere i rapporti di forza.