Governo, Iscritti al M5s votano su Rousseau. Caos sui quesiti

Carlomagno Fiat City Car elettrtica Maggio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

E’ caos nel M5S anche sui quesiti, che verranno resi noti nelle prossime ore, con cui il Movimento interpellerà la base per decidere su un eventuale ingresso nel governo Draghi. A scaldare gli animi, a quanto apprende l’Adnkronos, il presunto ‘interventismo’ nella formulazione degli interrogativi di Davide Casaleggio, pronto a metterli nero su bianco nonostante fosse stato, come da statuto, Vito Crimi a richiedere il voto della base.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Alla fine a placare gli animi ci avrebbe pensato Beppe Grillo: dovrebbe infatti essere lui in prima persona a scrivere i quesiti. Ammesso che siano più d’uno, come recitava il post con cui oggi il blog delle stelle annunciava il voto. “Farà tutto Beppe – dice una fonte di primo piano del M5S – quando è in campo lui mica rispetta le gerarchie…”.

Alla fine, la parola alla base M5S. A sorpresa, il blog delle stelle annuncia il voto su Rousseau per decidere l’ingresso del Movimento in un governo a guida Mario Draghi. “Dalle ore 13 di mercoledì 10 febbraio 2021 alle ore 13 di giovedì 11 febbraio 2021 – si legge – gli iscritti saranno chiamati a esprimersi su un eventuale supporto a un Governo presieduto da Mario Draghi”.

Il voto su Rousseau
“Potranno votare solo gli iscritti da almeno sei mesi, con documento certificato. Ciascun iscritto può verificare il proprio stato di iscrizione facendo login e controllando il bollino colorato accanto al nome (in alto a destra): se il bollino è verde l’utente è certificato e abilitato al voto. Si comunica a tutti gli iscritti che i quesiti specifici da sottoporre in votazione, saranno pubblicati nelle prossime ore”.

“Tutti coloro che avessero bisogno di supporto possono consultare la pagina delle FAQ su Rousseau e aprire eventualmente un ticket per richiedere assistenza o scrivere in chat privata sulla pagina Facebook”.

“Dalle ore 12 di domani martedì 9 febbraio 2021 fino alle ore 12 di mercoledì 10 febbraio 2021”, l’Assemblea degli iscritti M5S “è chiamata in prima convocazione per esprimersi” sulle modifiche statutarie che porteranno alla nuova governance collegiale. Sono sei i quesiti sottoposti al voto degli iscritti. Uno di questi riguarda l’introduzione di un “Comitato direttivo composto da 5 membri, che duri 3 anni, al cui interno, a rotazione annuale, è individuato chi svolgerà le funzioni di rappresentante legale, le cui deliberazioni siano a maggioranza dei membri”. “Qualora non fosse approvata la modifica statutaria sarà invece indetta, ai sensi dell’art. 7 comma d) dello Statuto, la votazione del nuovo Capo Politico del Movimento 5 Stelle”, precisa il Blog delle Stelle.

“Le votazioni aventi a oggetto le modifiche dello stesso sono valide, in prima istanza, solamente qualora vi abbia partecipato almeno la maggioranza assoluta degli iscritti e in seconda istanza qualunque sia il numero dei partecipanti, e in ogni caso sono assunte a maggioranza dei voti espressi. La seconda convocazione è prevista dalle ore 12 di martedì 16 febbraio 2021 fino alle ore 12 di mercoledì 17 febbraio 2021”, si legge sempre sul Blog pentastellato.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM