29 Giugno 2022

Elezioni: Genova, Palermo e L’Aquila al centrodestra. Flop del referendum: 20%

Stessa categoria

Sindaci di centrodestra a Genova, Palermo e L’Aquila, secondo le proiezioni sui risultati delle Comunali del consorzio Opinio Italia per la Rai. Ballottaggi a Verona, Parma e Catanzaro.

Flop dei referendum sulla Giustizia che non raggiungono il quorum, fermandosi a una partecipazione del 20,8%. Il ‘sì’ avanti in tutti i 5 quesiti.

PALERMO Lagalla sindaco per exit poll. Candidato centrodestra tra 43 e 47; Miceli (area progressista) al 27-31%
In base alla quarta proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Palermo il candidato ROBERTO LAGALLA (centrodestra) raggiunge il 47,6%. In base alla legge regionale sarebbe eletto sindaco di Palermo. Al secondo posto FRANCO MICELI (centrosinistra) con il 28,4%. Al terzo posto FABRIZIO FERRANDELLI al 14,8%. Al quarto posto RITA BARBERA al 4,5%. La copertura è del 59%. “Ringrazio gli elettori che hanno deciso di assegnarmi il ruolo di sindaco per il quinquennio a Palermo. C’è da segnalare la grande astensione, che lascia pensare. Cominceremo dall’insediamento assieme alla coalizione e tutto il Consiglio comunale, di maggioranza e opposizione, a lavorare per la città”. Così Roberto Lagalla parlando ai cronisti nel comitato allestito per seguire lo spoglio.

GENOVA Bucci verso la riconferma al primo turno. Dello Strologo non va oltre il 40%
In base alla quarta proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Genova il candidato Marco Bucci (centro-destra) sindaco uscente, raggiunge il 55% e si confermerebbe quindi al primo turno, seguito da Ariel Dello Strologo (centrosinistra) con il 39,1%. Terzo si piazza Mattia Crucioli al 3,3%, ultima Antonella Marras al 1.6% . La copertura del campione è del 58%.. “Siamo stati scelti, per governare Bucci e io per fare l’opposizione , dal 43 per cento della popolazione. Questo e il dato più importante e preoccupante. Per certi versi è anche triste”. Lo ha detto il candidato del centrosinistra alle comunali di Genova Ariel Dello Strologo dopo avete ammesso la sconfitta contro Marco Bucci. Dello Strologo ha già fatto i complimenti a Bucci.

CATANZARO
In base alla terza proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Catanzaro il candidato Valerio Donato (Forza Italia-Lega) raggiunge il 43,7%, seguito da Nicola Fiorita (Pd-M5S) con il 31,1%. La copertura del campione è del 42%. Le rispettive coalizioni sono fotografate al momento al 52,7% e al 25,8%. Leggi a Catanzaro si profila ballottaggio Donato-Fiorita

PARMA
In base alle proiezioni del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Parma il candidato Michele Guerra (centro-sinistra) raggiunge il 45,5%, seguito da Pietro Vignali (centro-destra) con il 21,5%. La copertura del campione è del 65%. “Siamo molto soddisfatti dei dati che stanno emergendo anche se restiamo cauti in attesa dei numeri reali, ma questo successo dimostra che abbiamo lavorato molto bene e lo abbiamo fatto con una coalizione ampia che ha trovato il favore dei cittadini”. Così il candidato sindaco di Parma del centrosinistra Michele Guerra, attualmente in testa nelle proiezioni con il 46,6% contro il 21,8% di Pietro Vignali, candidato del centrodestra ma senza FdI che, se i dati saranno confermati, sfiderà al ballottaggio. “Avevamo avuto delle proiezioni che ci davano al 40% – dice Guerra – i numeri ora sono ben al di là delle più rosee previsioni”.

E se a Parma si va verso il ballottaggio Guerra-Vignali e Fratelli d’Italia non riesce a superare il candidato della Lega, a L’AQUILA in base alla quarta proiezione il candidato Pierluigi Biondi (centrodestra) è dato in vantaggio al 51,6%, seguito a distanza da Americo Di Benedetto (liste civiche) al 23,8 % e Stefania Pezzopane (centrosinistra) con il 23,2 %. La copertura del campione è del 58%.

VERONA
In base alla quarta proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Verona il candidato Damiano Tommasi (centro-sinistra) raggiunge il 39%, seguito da Federico Sboarina (centro-destra) al 30,5% ; poi c’è Flavio Tosi al 26,5%; infine si piazza Alberto Zelger al 3,1%. La copertura del campione è al 55%.

“I numeri ci dicono già che dove il centrodestra corre unito si portano a casa i Comuni. Dove invece ci si presenta separati (peggio ancora la separazione è anticipata da dibattiti spesso poco comprensibili ai cittadini) gli elettori giustamente puniscono il centrodestra”. Così il governatore Luca Zaia, sentito dall’Ansa, commenta i primi responsi per il centrodestra alle comunali.

“La visibilità politica dei dati – aggiunge Zaia – va a chi rotture non ne crea. Dobbiamo essere uniti e inclusivi, visto che la visione deve essere certamente di una coalizione di centrodestra, però altrettanto rispettosa di tutte quelle aree moderate che magari non si sentono rappresentate nel panorama politico italiano, ma possono trovare una casa comune”. “Vogliamo valutare prima di decidere il da farsi, aspettando anche quello che diranno i candidati”. Flavio Tosi, candidato per Forza Italia a Verona e terzo incomodo nella sfida tra Federico Sboarina e Damiano Tommasi non dice con chi si coalizzerà la sua forza nella seconda tornata elettorale commentando i primi risultati delle urne.

QUESTI I RISULTATI DEI REFERENDUM
– n.1 ABOLIZIONE LEGGE SEVERINO affluenza definitiva 20,95%, non c’è quorum – SI’ ha avuto il 53,97 % dei voti, il NO 46,03%
– n.2 LIMITAZIONE CUSTODIA CAUTELARE affluenza definitiva 20,95%, non c’è quorum – SI’ ha avuto il 56,12 % dei voti, il NO 43,88%
– n.3 SEPARAZIONE CARRIERE MAGISTRATI affluenza definitiva 20,93%, non c’è quorum – SI’ ha avuto il 74,01 % dei voti, il NO 25,99%
– n.4 VALUTAZIONE SU OPERATO MAGISTRATI affluenza definitiva 20,92%, non c’è quorum – SI’ ha avuto il 71,94 % dei voti, il NO 28,06%
– N.5 ABOLIZIONE RACCOLTA FIRME ELEZIONI CSM affluenza definitiva 20,92%, non c’è quorum – SI’ ha avuto il 72,52 % dei voti, il NO 27,48%

AFFLUENZA NEI COMUNI – L’affluenza alle elezioni amministrative di ieri in Italia è stata del 54,72%, secondo i dati definitivi relativi agli 818 comuni gestiti dal Viminale. Alle precedenti elezioni omologhe era stata del 60,12%..

AFFLUENZA AI REFERENDUM – L’affluenza complessiva per i referendum è di circa il 20%. Lo si rileva dal sito del ministero dell’Interno.
“E’ gravissimo che a Palermo, senza alcun preavviso, un elevato numero di presidenti di seggio non si sia presentato per l’insediamento, ovvero abbia rinunciato all’incarico, ritardando l’avvio delle operazioni di voto. Un tale atteggiamento esprime una assoluta mancanza di rispetto per le Istituzioni e per i cittadini chiamati in questa giornata elettorale e referendaria ad esercitare un diritto costituzionale fondamentale per la vita democratica del Paese”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

La crisi Ucraina spacca il governo italiano. Di Maio lascia il M5S: “Basta ambiguità”

"Scelta sofferta" del ministro ed ex capo politico dei 5s, che non saranno più la prima forza in Parlamento. Una settantina I parlamentari che confluiranno in "Insieme per il Futuro"

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER