13 Luglio 2024

Omicidio a Brescia, fermato un italiano di 23 anni. Ha confessato

Correlati

La vittima, Yaisy Bonilla
La vittima, Yaisy Bonilla

La Squadra mobile della Questura di Brescia ha fermato un italiano di 23 anni per l’omicidio del giovane colombiano, Yaisy Bonilla, 21 anni, accoltellato domenica all’alba all’esterno della discoteca “Disco Volante”, in via Corsica, a Brescia.

Il giovane, con piccoli precedenti, avrebbe confessato di aver sferrato una coltellata al 21enne. Bonilla e il presunto omicida non si conoscevano.

Secondo alcune ricostruzioni, i due avrebbero avuto parole nel piazzale, forse per qualche sguardo di troppo sulla sua ragazza. Bonilla ha reagito e, nel parcheggio della Coop il 23enne lo avrebbe accoltellato sotto gli occhi atterriti della fidanzata. Circola anche l’ipotesi che i due avevano prima litigato in un bar vicino la discoteca.

Dopo la tragedia, Yaisy Bonilla è stato soccorso è portato d’urgenza in ospedale dove i medici lo hanno sottoposto a un delicato intervento chirurgico nel tentativo disperato di strapparlo alla morte, ma il giovane non ce l’ha fatta: è spirato domenica pomeriggio dopo oltre dieci ore di agonia.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Ucraina, superata la linea rossa tra Nato e Russia. Con Biden fuori controllo

C'è aria di escalation tra l'Occidente e la Russia, un clima da guerra (ad avviso di molti osservatori 'poco...

DALLA CALABRIA

Il Csm nomina Bombardieri procuratore di Torino

Originario di Riace, 61 anni, il magistrato guidava dal 2018 la distrettuale di Reggio Calabria dopo essere stato aggiunto a Catanzaro

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)