25 Luglio 2024

“Neutralizzato” il presunto killer di Strasburgo. Era a “casa”, non in Germania

Correlati

polizia a Strasburgo dopo attentato
Ansa

Cherif Chekatt, il presunto killer di Strasburgo, sarebbe stato ucciso nel quartiere di Neudorf a Strasburgo, dove aveva fatto perdere le tracce 48 ore fa dopo l’attentato commesso nel mercato di Natale. L’uomo, contrariamente a quanto dichiarato dalle autorità, non era dunque fuggito in Germania ma si nascondeva “in casa”.

Secondo quanto trapela sui media europei, Chekatt sarebbe stato ucciso dalla polizia in un blitz nella rue du Lazaret. Avrebbe avuto con sé una pistola e un coltello. Sempre secondo i media, sarebbe stato lui a sparare per primo contro i poliziotti, che lo hanno successivamente “neutralizzato”, ma ancora non è chiara la dinamica.

Il presunto terrorista si sarebbe rifugiato in un deposito vicino alla Plaine-des-Bouchers, vicino al centro di Strasburgo, nel quartiere della Meinau, non lontano da Neudorf. Nel pomeriggio di giovedì un uomo vicino a lui, ma non un parente, era stato posto in stato di fermo, così come i genitori e due fratelli del sospettato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Altro massacro a Gaza, Israele bombarda e ammazza altre 70 persone

Nuovo violento bombardamento da parte dell'esercito israeliano nelle zone orientali di Khan Yunis, a sud della Striscia di Gaza....

DALLA CALABRIA

Spacciavano droga a Cosenza durante il lockdown, 49 arresti

I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza, con il coordinamento della Procura, stanno eseguendo in varie località italiane, un...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)