Terremoto a Ischia, in salvo i tre bambini. Tutte le immagini FOTO E VIDEO

Un ferito estratto dalle macerie a Ischia
Un ferito estratto dalle macerie a Ischia

Sono in salvo i tre fratellini, Mattias e Ciro Marmolo e un bimbo di sette mesi recuperati oggi dai vigili del fuoco che hanno lavorato senza soste da ieri sera dopo il terremoto a Ischia.

Ciro, 11 anni, è stato l’ultimo a essere estratto dalle macerie della palazzina crollata a Casamicciola. E’ stato un bambino eroe. Lui ha infatti salvato il fratellino Mattias spingendolo sotto il letto dopo il crollo.

Un lungo applauso dei vicini di casa ha incoraggiato i Vigili del fuoco che lo hanno tirato fuori dopo 16 ore di lavoro ininterrotto. Il fratellino Mattias era stato salvato in mattinata. Il fratellino neonato è stato il primo dei tre ad essere estratto vivo dai vigili del fuoco nella notte.

Tra i soccorritori che hanno salvato i fratellini di Ischia ci sono anche i vigili del fuoco del team Usar del Lazio (Urban search and rescue) e tra loro Teresa Di Francesco, l’unica donna della squadra che nel gennaio scorso è intervenuta nei soccorsi dell’hotel Rigopiano di Farindola (Pescara), in particolare nel salvataggio dei bambini rimasti intrappolati nella sala biliardo dell’albergo. “Quando li trovi vivi e li salvi sei ripagato per le prossime tre vite”, ha detto Teresa all’Ansa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La prima vittima del sisma si chiama Lina Balestrieri in Cutaneo, 59 anni, di Barano d’Ischia (Napoli) ma residente a Ischia, mamma di 6 figli, e sorella di Pasquale, consigliere comunale a Ischia. La donna è rimasta schiacciata dal cornicione di una chiesa che le è crollato addosso dopo aver parcheggiato l’auto e mentre stava per entrare in chiesa.

Il video dei salvataggi dopo il terremoto a Ischia

La seconda vittima, rimasta sepolta nella casa crollata in località Maio, sempre a Casamicciola, si chiamava Marilena Romanini, 65 anni, nata a Brescia, ma residente a Monte San Giusto (Macerata). La Romanini era sull’isola in vacanza.