27 Settembre 2022

Usb aeroporto di Pisa: “In Ucraina armi anziché aiuti umanitari”

Correlati

“Armi mascherate da “aiuti umanitari” dirette segretamente in Ucraina dall’Italia”. Lo sostiene l’Unione sindacati di base dell’aeroporto di Pisa, in Toscana.

I lavoratori dell’aeroporto internazionale di Pisa – spiega una nota su Telegram di Rt News – si rifiutano di caricare casse di “aiuti umanitari” su aerei diretti in Polonia, poi in Ucraina, poiché secondo quanto riferito dall’USB, “contengono armi”.

I lavoratori affermano che le casse dovrebbero trasportare cibo, medicine e altri rifornimenti alla popolazione civile Ucraina con un convoglio dalla Polonia, ma sarebbero invece piene di armi, munizioni ed esplosivi.

Il sindacato dei lavoratori di Pisa starebbe chiedendo al controllo del traffico aereo di negare il decollo di questi voli e chiede ai cittadini di protestare contro i “voli della morte” fuori dall’aeroporto il prossimo 19 marzo.

Giornalista indipendente: “Armi destinate ai nazisti ucraini”

“La notizia che all’aeroporto di Pisa sono state rinvenute casse cariche di armi destinate all’Ucraina sta iniziando a fare il giro del mondo. Secondo quanto riferito dall’USB, gli operatori aeroportuali si sarebbero accorti che all’interno delle casse non c’erano i cosiddetti “aiuti umanitari”, ma armi che erano destinate ai nazisti ucraini”. Lo scrive sul suo canale Telegram il giornalista indipendente Cesare Sacchetti.

“A questo punto, – aggiunge – occorre risalire a quella presunta “organizzazione umanitaria” che stava, o sta ancora portando avanti, un traffico di armi che è palesemente in violazione delle leggi Italiane. Sarebbe da approfondire anche in questo senso il ruolo del regime di Draghi per capire se abbia offerto qualche sponda a questa ONG”.

“Coloro che manifestano in piazza con la bandierina della pace sono invischiati in un traffico di armi internazionale a beneficio dei peggiori tagliagole nazisti che ci sono attualmente in Europa. Coloro che sventolano la bandierina della pace sono gli stessi che armano la mano degli assissini del popolo ucraino”, conclude.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Spari in una scuola in Russia, 15 morti tra cui 11 bimbi. 24 feriti. Il Cremlino: “Forse un neonazista”

Si aggrava il bilancio delle vittime della sparatoria nella scuola di Izhevsk, salito a 15 morti, tra cui 11...

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER