30 Maggio 2024

Genocidi a Gaza, Guterres si dice “sconvolto” ma non invia i Caschi blu di pace. Perché?

Correlati

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres è sconvolto dagli attacchi aerei israeliani che hanno preso di mira il campo profughi di Jabalia nella Striscia di Gaza. Lo ha fatto sapere il suo portavoce, Stephane Dujarric. Gli aerei da guerra israeliani hanno commesso due massacri nel campo di Jabalia nelle ultime 24 ore, provocando l’uccisione e il ferimento di centinaia di cittadini, la maggior parte dei quali erano bambini e donne.

Guterres “è sconvolto dall’escalation di violenza a Gaza, compresa l’uccisione di palestinesi, tra cui donne, bambini, e gli attacchi aerei israeliani nelle aree residenziali del campo profughi densamente popolato di Jabalia”, ha detto citato dall’agenzia Wafa.

Il segretario delle Nazioni unite ha ribadito che tutte le parti devono rispettare il diritto internazionale e il diritto internazionale umanitario, compresi i principi di distinzione, proporzionalità e precauzione. Il portavoce ha aggiunto che il capo dell’ONU chiede la fine delle violenze a Gaza. Chiacchiere al vento, potremmo dire.

Le Nazioni Unite hanno inviato i caschi blu dell’ONU in missioni di pace per molto ma molto meno che non per massacri di portata genocida come quella che Israele sta infliggendo ad un popolo inerme come quello palestinese il quale da oltre mezzo secolo deve subire massacri e soprusi da governi sionisti invasori.

Cosa deve succedere affinché l’inutile e costoso carrozzone dell’ONU invii in Medio Oriente i contingenti di pace? E’ forse ostacolato o frenato dalla potentissima lobby sionista? Se sì, allora si dimetta e lasci l’incarico a qualcuno che sappia onorare l’impegno di difendere, in questo caso, i popoli massacrati da Israele.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Dramma in Valtellina, tre finanzieri muoiono durante un’esercitazione

Tutti giovanissimi, i militari stavano scalando una parete rocciosa quando all'improvviso sono precipitati nel vuoto. Altri colleghi della Guardia di finanza hanno assistito impotenti alla tragedia

DALLA CALABRIA

Villa, fermata la madre della 13enne che ha abbandonato il neonato

Decisione dei magistrati reggini dopo che gli investigatori hanno raccolto elementi indiziari di rilievo. Dall'autopsia è emerso che il neonato era nato vivo: "E' stato soffocato appena nato, poi è stato abbandonato tra gli scogli a Villa San Giovanni". La donna è accusata di infanticidio

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)