7 Dicembre 2022

Blitz antimafia a Catania, 30 arresti nel clan Santapaola-Ercolano

Correlati

Blitz antimafia a Catania, 30 arresti nel clan Santapaola-ErcolanoUna vasta operazione antimafia è stata condotta dal Ros e dai carabinieri di Catania e Siracusa contro il clan Santapaola-Ercolano. Arrestate 30 persone accusate di aver posto in essere estorsioni, atti intimidatori, aver detenuto armi e per l’ipotesi di un sequestro di persona.

L’ordinanza, emessa dal gip su richiesta della Dda etnea è stata eseguita nella notte ed ha interessato l’attuale reggente della cosca catanese nonché i soggetti responsabili delle diverse articolazioni territoriali dello stesso gruppo criminale e di quelli alleati. L’operazione è stata denominata Chaos.

I soggetti colpiti dal provvedimento sono Antonio Tomaselli, nato a Catania nel 1966, ritenuto al vertice dei Santapaola-Ercolano; per il gruppo di San Giovanni Galermo nuova ordinanza per catanesi già detenuti Salvatore Fiore, (classe 1967), Antonio Mangano, Catania (1977); Arturo Mirenda, (1961), Francesco Lucio Motta, (1986).

Poi Luca Marino, (1982), Roberto Marino, (1959); Christian Paternò, (1981). Anche questi di Catania, come Angelo Arena, (classe 1976) e Alfio Davide Coco, (1977), entrambi ritenuti del Gruppo della Stazione.

Per il gruppo di Lineri: Carmelo Distefano, (1984), Carmelo Rannesi, (1964), Corrado Monaco, nato (1978); per il gruppo di Giarre: Orazio Di Grazia, Giarre (1982), Salvatore Leonardi, di Castiglione di Sicilia (1968); gruppo di Paternò: Carmelo Cristian Fallica, nato in Germania il 1985; Gruppo di Palagonia: Gaetano Fiammetta, Caltagirone (1992), Sebastiano Vespa, Palagonia (1979).

Benché non affiliati, ma ritenuti responsabili di ipotesi di reati con l’aggravante del metodo mafioso, sono stati inoltre raggiunti dal provvedimento Alfio ROMEO, (1983), per detenzione di stupefacente; Giuseppe Modica, Caltagirone (1988, ai domiciliari per una vicenda estorsiva).

Per la famiglia Mazzei in manette Alfio Maugeri, (1959) e Mario Maugeri, (1964), ritenuti con ruoli apicali; Orazio Coppola, (1964), Santo Di Benedetto, (1957), Carmelo Pantalena, (1973, già detenuto) e Mario Pappalardo, (1972);

Per il clan Nardo: Francesco Caltabiano, di Lentini (classe 1958) e Salvatore Catania, di Siracusa (1973), anche loro ritenuti in ruoli di vertice; Fabrizio Iachininoto, Lentini (1970, già detenuto) e Cirino Rizzo, Lentini (1971).


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Ex dipendente Pfizer: “Questi vaccini anti-covid sono armi biologiche”

"Tutti sapevano che il CV-19 Vax era un'arma biologica criminale", afferma Karen Kingston, analista biotecnologica ed ex dipendente del colosso farmaceutico, in una intervista a Greg Hunter. "Questa è una frode. Penso che molte persone sappiano di essere state ingannate"

DALLA CALABRIA

Ponte sullo Stretto, l’Ue all’Italia: “Presenti progetto solido e ben fatto”

"E' importante che il governo italiano non abbia fretta e presenti un progetto" per il Ponte sullo Stretto di...

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER