10 Agosto 2022

Precipita F16 su base Nato in Spagna. 10 morti e 19 feriti. 7 Italiani gravi

Stessa categoria

Precipita F16 su base Nato Spagna 10 morti
Il luogo del tragico incidente (Epa/Ansa)

Un caccia F16 greco è precipitato poco dopo il decollo in una zona dove erano pronti ad alzarsi in volo altri velivoli. Tra le vittime si contano almeno dieci morti e diciannove feriti, di cui nove italiani. Sette sono gravi. Sia l’aereo greco che gli altri erano dunque carichi di carburante e questo ha reso ancora più devastanti gli effetti dell’esplosione.

L’episodio è avvenuto nella base aerea Nato di Las Lanos ad Albacete, in Spagna, durante il programma di formazione di piloti della Nato. Il caccia è precipitato nella zona di addestramento della scuola di perfezionamento di piloti. Tra i morti, i due piloti del caccia biposto greco e altre ortto persone di nazionalità francese.

Dei nove militari italiani sono rimasti feriti, due sono in condizioni più gravi: hanno ustioni su varie parti del corpo, mentre gli altri sette coinvolti hanno soprattutto escoriazioni. Si tratta di personale che si trovava a terra, nei pressi dei velivoli che erano in attesa di decollare nell’area dell’incidente. Uno dei piloti italiani: “E’ stato un inferno”

Nell’impatto al suolo dell’F16 greco sono stati interessati numerosi velivoli della Nato che stavano partecipando al corso TLP (Tactical Leadership Programme) tra i quali anche velivoli italiani. Tra i numerosi aerei della Nato che stavano partecipando al corso TLP (Tactical Leadership Programme) anche un AMX del 51/mo Stormo di Istrana dell’Aeronautica Militare e 5 velivoli Harrier AV8 B della Marina militare: almeno uno di questi ha subito seri danni, mentre ancora non si conoscono bene le condizioni degli altri visto che nella zona sono tuttora in corso le azioni delle squadre antincendio e di soccorso.

“Questo è un incidente che colpisce tutta la famiglia Nato”, così il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg – in una nota – nell’esprimere le sue condoglianze” per lo schianto di un F-16 nella base di Los Llanos ad Albacete, in Spagna, che ha provocato la morte di 10 persone. L’aereo stava prendendo parte a una esercitazione nell’ambito del programma Tlp (Tactical Leadership Programme) della Nato, volto a migliorare la cooperazione multinazionale nelle operazioni aeronautiche.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

DANNI COLLATERALI

PER SEGNALARE EVENTI AVVERSI DA VACCINO DI UNA CERTA IMPORTANZA SCRIVERE A QUESTO INDIRIZZO EMAIL: dannicollaterali@secondopianonews.com
NESSUNA PERSONA SARA' IDENDIFICABILE IN BASE ALLE NORME SULLA PRIVACY.

Bus per Medjugorje sbanda ed è strage, morti 12 pellegrini polacchi

Un bus polacco si stava recando per un pellegrinaggio da Varsavia a Medjugorje. Sabato mattina è uscito fuori strada. Le vittime potrebbero essere di più. Feriti gravi. Tra le ipotesi un probabile colpo di sonno dell'autista

Clamoroso Bassetti: “Green pass in estate? Io non ci sto. Se resta oltre Marzo tutti in piazza”

L'infettivologo: "Prorogare il pass oltre il 31 marzo la ritengo una stupidaggine, una proposta indifendibile. Oltre quella data, da medico, non lo sostengo. Se resta non ci sarà soltanto chi c'è stato fino ad oggi in piazza, ma ci saranno tutti perché non ci sarà più nessuno che lo difende".

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER