Aereo ucraino precipita dopo il decollo a Teheran, a bordo 176 persone


Un aereo passeggeri ucraino che trasportava 176 persone tra passeggeri ed equipaggio si è schiantato pochi minuti dopo il decollo dall’aeroporto internazionale di Teheran “Imam Khomeini”, in Iran. Le cause sarebbero riconducibili a un guasto al motore, secondo quanto riferiscono le agenzie di stampa citando le autorità.

Il Boeing 737-800 gestito dall’Ukrainian International Airlines è decollato dall’aeroporto internazionale della capitale iraniana alle 6.12, ora di Teheran, ed è caduto circa sei minuti dopo.

Il portavoce dell’aeroporto internazionale “Imam Khomeini”, Ali Kashani, ha dichiarato che l’aereo diretto a Kiev e con a bordo 167 passeggeri e 9 membri dell’equipaggio si è schiantato attorno a Parand, circa 60 chilometri a sud-ovest di Teheran.

Secondo i rapporti, i problemi tecnici hanno causato l’incidente. “Una squadra investigativa era sul luogo dello schianto”, ha detto alla Associated Press la portavoce iraniana dell’aviazione civile, Reza Jafarzadeh. Le squadre di ricerca e salvataggio iraniane hanno trovato le scatole nere.

“Dopo essere decollato dall’aeroporto internazionale di “Imam Khomeini” si è schiantato tra Parand e Shahriar”, ha detto Jafarzadeh. “Una squadra investigativa del dipartimento dell’aviazione nazionale è stata inviata sul posto dopo l’annuncio della notizia e i soccorritori stanno cercando di raccogliere i morti”.

Hassan Rezaeifar, direttore generale del panel dell’Organizzazione per l’aviazione civile iraniana per indagare sugli incidenti aerei, ha dichiarato che l’aereo ucraino non ha dichiarato un’emergenza.

La maggior parte dei passeggeri erano cittadini iraniani ma c’erano anche cittadini stranieri a bordo. Tutti i 144 iraniani e 32 stranieri a bordo sono morti nell’incidente.

I dati di volo dell’aeroporto hanno mostrato che un 737-800 ucraino pilotato dall’Ucraina International Airlines è decollato mercoledì mattina, quindi ha smesso di inviare i dati quasi immediatamente dopo, secondo il sito Web FlightRadar24. L’aereo era in fiamme prima di schiantarsi. Poi una grande esplosione.

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime e ha affermato che il suo governo stava lavorando per comprendere le cause dell’incidente.

L’ambasciata ucraina in Iran ha dichiarato che un guasto al motore ha provocato l’incidente dell’aereo e ha negato che fosse legato al terrorismo.