14 Aprile 2024

Francia, Macron vuole riforma delle Pensioni, in migliaia in piazza contro

Correlati

Scioperi, occupazioni e scontri, arresti. La Francia si ferma per la protesta contro la riforma delle pensioni voluta dal presidente Emmanuel Macron. Quasi 300 manifestazioni in tutto il Paese scandiscono una giornata chiave al Senato, dove si discute l’approvazione del passaggio più controverso e simbolico del provvedimento, l’innalzamento da 62 a 64 anni del requisito per la pensione di vecchiaia.

La cronaca è quella delle giornate difficili. Merci ferme, scuole occupate, tensione nelle strade, a Parigi e nelle altre città. Una mobilitazione dura, in pieno stile francese, che mette in discussione l’approvazione di un provvedimento che, in caso di sconfitta parlamentare, potrebbe aprire una crisi politica e portare alle elezioni anticipate.

Le posizioni in campo sono piuttosto lineari. Il presidente francese vuole attenuare l’anomalia del sistema pensionistico francese, uno dei più generosi in Europa; chi si oppone, a partire dai sindacati, ritiene che sia indispensabile preservare l’anomalia francese per non compromettere l’ordine sociale.

Il problema, come accade quasi sempre quando si parla della riforma delle pensioni, è la sostenibilità del sistema. Anche in Francia, come nel resto d’Europa, si deve fare i conti con l’allungamento della vita media e con la necessità di riequilibrare il tempo dedicato al lavoro e quello dedicato alla pensione. L’esigenza di fondo di alzare l’età pensionabile va di pari passo con quella di aumentare la platea che alimenta i contributi previdenziali.

Basta fare un paragone con l’Italia per capire quali siano i termini della questione in Francia. La differenza sostanziale sta nel fatto che l’Italia di riforme delle pensioni ne ha fatte diverse, su tutte la legge Fornero imposta dall’emergenza straordinaria vissuta nel 2011 per i conti pubblici. La fotografia attuale dice che in Italia il requisito anagrafico richiesto è pari a 66 anni e 7 mesi, ad eccezione delle donne nel settore privato per le quali è prevista una soglia più bassa pari a 65 anni e 7 mesi. In Francia, fino a oggi, si può andare in pensione di vecchiaia a 62 anni.

Altro parametro significativo è quello dell’età effettiva di pensionamento, che considera tutte le modalità per andare in pensione, anticipi e deroghe, gestioni speciali, e non solo la vecchiaia. Secondo i dati Inps, nel 2020, in Italia l’età effettiva di pensionamento è stata di 63,8 anni. In Francia esistono 42 regimi pensionistici diversi, con notevoli differenze nelle agevolazioni e nei trattamenti delle singole categorie. (Adnkronos)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)