2 Marzo 2024

Attentato a San Pietroburgo e omicidio blogger, Peskov: “E’ un atto terroristico”

Correlati

“L’assassinio del giornalista di guerra Vladlen Tatarsky è un atto terroristico, il presidente russo Vladimir Putin è stato immediatamente informato dell’attentato”. Lo ha detto lunedì ai giornalisti il ​​portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dalla Tass.

“Questo è un atto terroristico, tu ed io abbiamo visto la dichiarazione del Comitato Nazionale Antiterrorismo. Ora c’è una fase attiva dell’indagine, vediamo passi abbastanza energici per trattenere i sospetti. Portiamo pazienza in ogni caso e attendiamo dichiarazioni dal nostro speciale “Ci sono prove, a giudicare dalla dichiarazione del Comitato nazionale antiterrorismo, che i servizi speciali ucraini potrebbero essere coinvolti nella pianificazione di questo attacco terroristico e, naturalmente, si tratta di un attacco terroristico”, ha ribadito Peskov.

Rispondendo a una domanda di chiarimento se il presidente fosse a conoscenza, ha assicurato: “Ieri è stato subito informato sull’argomento”.

Peskov non ha detto se Tatarsky potrebbe ricevere postumo un premio statale dal capo dello stato. “Non posso ancora dire nulla al riguardo. Non ho queste informazioni”, ha spiegato il portavoce, osservando che i giornalisti saranno informati dopo che i dati saranno chiariti.

Peskov ha aggiunto che il Cremlino ha augurato una pronta guarigione alle vittime dell’esplosione. “E, naturalmente, le nostre condoglianze alla famiglia e agli amici di Fomin, che sono morti a seguito di questo attacco terroristico”, ha detto.

L’esplosione nel caffè è avvenuta intorno alle 18:00 del 2 aprile durante un evento ospitato da Tatarsky. Il giornalista è stato ucciso sul colpo e più di 30 persone sono rimaste ferite.

Secondo le prime ricostruzioni investigative, nei pressi del palco è esploso un ordigno esplosivo con una resa di oltre 200 grammi di tritolo. Gli investigatori continuano a lavorare sulla scena. Sono state depositate accuse penali di omicidio con mezzi socialmente pericolosi (parte 2, articolo 105 del codice penale russo). I

l procedimento penale è stato trasferito all’ufficio centrale del comitato investigativo. Secondo la dichiarazione del Comitato nazionale antiterrorismo, l’attacco è stato pianificato dai servizi speciali ucraini, nonché da agenti che collaborano con la Fondazione anticorruzione FBK di Alexey Navalny (riconosciuta come ONG di agenti stranieri).

Tra i sospetti c’è una donna, Darya Trepova. Secondo la Polizia sarebbe stata lei a piazzare sul tavolo di Tatarsky una statuetta con all’interno il tritolo che ha ucciso sul colpo il giornalista di guerra russo Vladlen Tatarsky.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Genocidio dei palestinesi, Orsini: “Gaza e l’Olocausto”

di Alessandro Orsini su X "Gaza e l’Olocausto. Siccome nella scienza tutte le domande sono lecite, chiedo a voi: quale...

DALLA CALABRIA

Traffico e incendio di rifiuti tossici, due arresti nel reggino

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito stamane un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di associazione...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)