24 Febbraio 2024

Attentato a San Pietroburgo, convalidato l’arresto di Darya Trepova

Correlati

Il tribunale Basmanny di Mosca martedì ha convalidato l’arresto di Darya Trepova, la donna accusata di aver commesso l’attacco terroristico nel caffè di San Pietroburgo che ha ucciso il blogger militare Vladlen Tatarsky, riferisce un corrispondente della TASS dall’aula.

Il tribunale ha accolto la richiesta della Procura per la custodia cautelare di Darya Trepova fino al 2 giugno 2023, ha affermato il giudice. La corte ha letto solo il dispositivo del verdetto. Le sue motivazioni rimangono sconosciute. La difesa aveva chiesto una misura più leggera della reclusione in carcere.

Secondo l’inchiesta, il 2 aprile 2023 Trepova, seguendo le istruzioni dei suoi presunti complici in Ucraina, ha portato una statuetta bomba in un caffè nel centro di San Pietroburgo e l’ha regalata al blogger militare Maxim Fomin, noto con il suo pseudonimo Vladlen Tartarskij.

A seguito dell’esplosione che seguì pochi secondi dopo, Fomin è morto sul colpo. Più di 30 persone che si trovavano nel bar in quel momento sono rimaste ferite. Trepova è accusata di aver commesso un reato di cui all’articolo 205 e all’articolo 222.1 del codice penale (atto terroristico commesso da un gruppo organizzato, con conseguente morte intenzionale di una persona e porto illegale di ordigni esplosivi commesso da un gruppo organizzato).


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Terrorismo, perquisizioni in Italia nella rete dell’attentatore di Bruxelles

Le abitazioni di diciotto immigrati nordafricani sono state perquisite dal Ros dei carabinieri e da agenti della Digos di...

DALLA CALABRIA

Sequestrati beni per 2,5 milioni a imputati processo antimafia

Beni per un valore di oltre 2,5 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Comando provinciale di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)