Primo Cdm del Conte bis, impugnata legge sui migranti in Friuli

Matteo Salvini all'attacco: "Pessimo inizio". Il governo indica Paolo Gentiloni alla commissione Ue, e il leader leghista posta un video di Di Maio che lo accusò di "alto tradimento"

Carlomagno Faro istituzionale

consiglio dei ministriIeri pomeriggio, il Consiglio dei ministri, nella prima seduta del governo M5s-Pd-Leu a guida Conte, su proposta del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha deliberato di impugnare una legge del Friuli Venezia Giulia in tema di migranti.

Si tratta della legge n. 9 del 08/07/2019, “Disposizioni multisettoriali per esigenze urgenti del territorio regionale”, in quanto “numerose disposizioni sono risultate eccedere dalle competenze Statutarie della Regione”. Tra le motivazioni si legge che “talune disposizioni in materia di immigrazione appaiono discriminatorie”.

Il Cdm ha deciso di impugnarla perché “numerose disposizioni sono risultate eccedere dalle competenze Statutarie della Regione. In particolare: alcune norme – a quanto rende noto il comunicato stampa del Cdm – violano la competenza esclusiva statale in materia di tutela dell’ambiente, di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione; talune disposizioni in materia di immigrazione appaiono discriminatorie, in contrasto con i principi di cui all’articolo 3 della Costituzione e in violazione della competenza esclusiva statale nella materia di cui all’articolo 117, secondo comma lettera b) della Costituzione; una previsione in materia di strutture di primo intervento sanitario risultano in contrasto con previsioni statali espressione della competenza in materia di livelli essenziali delle prestazioni e costituenti principi fondamentali in materi di tutela della salute, in violazione dell’articolo 117, secondo comma lettera m) e terzo comma della Costituzione; infine altre norme, riguardanti il rapporto di lavoro del personale regionale, invadono la materia dell’ordinamento civile, in violazione dell’articolo 117, secondo comma, lettera l), della Costituzione, ponendosi altresì in contrasto con le disposizioni statali volte a costituire principi generali di coordinamento della finanza pubblica, in violazione dell’art. 117, terzo comma, della Costituzione”.

“Si tratta di un’attività ordinaria, corrente e oserei dire anche banale. C’era una legge regionale che violava una serie di norme, la Regione Friuli solo ieri sera ha scritto che avrebbe scelto di adeguarsi, ci auguriamo che lo faccia. I termini per impugnare la legge scadevano domani e il Consiglio dei ministri aveva già deciso di impugnarla. Se il Friuli Venezia Giulia si adeguerà si potrà pensare anche di ritirare il provvedimento”, ha detto il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia sulla legge sui migranti.

Immediata la reazione del leader della Lega ed ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, che in un video postato sui social ha criticato la prima seduta del Cdm del governo giallorosso e la volontà di impugnare la legge sui migranti varata dalla regione Friuli che esprime un governatore leghista, Massimiliano Fedriga.

“Il nuovo governo di sinistra targato Conte, Pd, 5Stelle e LeU ha già impugnato le prime leggi, favorendo gli immigrati clandestini e andando contro gli Italiani. PESSIMO inizio. Noi però non ci fermiamo e, a livello locale, regionale e nazionale andiamo avanti come treni, nel nome di PRIMA GLI ITALIANI.

Nella stessa seduta il Cdm ha indicato Paolo Gentiloni del PD, come commissario italiano alla Commissione UE. Anche in questo caso, è pungente la reazione di Salvini che posta un video del 2017 in cui Di Maio accusò l’ex premier ed ex ministro degli Esteri Gentiloni di “alto tradimento” sul fatto che i migranti dovessero sbarcare tutti in Italia.

“Ieri – attacca – (i grillini) accusavano Gentiloni di alto tradimento, oggi lo scelgono come rappresentante dell’Italia nella Commissione europea. Cosa non si fa per scappare dalle elezioni… E intanto a Berlino, Bruxelles e Parigi stappano lo spumante! Avanti tutta, da uomini liberi! #maicolPd”, chiude Salvini.