3 Dicembre 2021

Da WhatsApp la sfida di Facebook ai giganti della telefonia

Stessa categoria

facebook whatsappDopo aver acquistato WhatsApp per diversi miliardi di dollari, Mark Zuckemberg lancia quello che aveva promesso per il più popolare programma di messaggistica. Le telefonate gratis.
Da oggi le chiamate VoIP potranno essere effettuate con smartphone Android e l’opzione, lanciata qualche settimana fa, sarà al momento possibile solo su invito. Cresce a questo punto l’attesa per l’altra fetta di mercato mobile.

Chi possiede un iPhone o iPad, infatti, dovrà aspettare ancora qualche giorno per poter chiamare i suoi contatti con Whatsapp. Su iOS il grande giorno arriverà entro un paio di settimane, come annunciato dal cofondatore della chat, Brian Acton.

Una rivoluzione molto attesa per i quasi due miliardi di utenti (1,3 mld Facebook e 700 mln WhatsApp) e che il colosso di Palo Alto permette già con Messangers (500 mln di utenti), una applicazione “ristretta” ai soli utenti di Fb ma multi device, ossia dispositivi sia Apple che Android.

La grande sfida di Facebook ai giganti della telefonia mobile è cominciata e ciò comporta per i maggiori gestori una rapida rivisitazione delle loro offerte finora basate su pacchetti all inclusive tra minuti di conversazione, sms e traffico internet. Il solo traffico per accedere al web rimarrebbe (al momento) esclusivo strumento dei gestori. Si vedrà col tempo se il servizio rimarrà gratuito. Ciò che è quasi certo è l’aumento esponenziale della pubblicità che permette al “ragazzo prodigio” di recuperare nel giro di  qualche anno il mega investimento dell’anno scorso.

Facebook ha già nei fatti creato un unico ambiente per l’accesso al social network e a WhatApp. Una sola piattaforma per consentire rapide condivisioni e, naturalmente, attrarre nuovi utenti poiché chi è registrato al programma di messaggistica dovrà entrare a far parte del Social numero 1 al mondo.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte   SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Tribunale del Belgio boccia il super Green pass: “Vìola diritti e privacy”

In Belgio, il tribunale di Namur ha bocciato il super green pass, pesante restrizione a diritti e libertà individuali,...

Sindacato infermieri: quasi 4mila contagi tra sanitari vaccinati negli ultimi 30 giorni

I nuovi casi nell'ultimo mese sono stati 3.929, mentre 107 infermieri si infettano ogni 24 ore. Lo afferma Antonio De Palma, presidente del Nursing Up, il sindacato nazionale degli infermieri

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER