2 Marzo 2024

Atteso per Pasqua il rientro della stazione spaziale cinese

Correlati

La navetta Shenzhu aggancia la stazione Tiangong 1
La navetta Shenzhu aggancia la stazione Tiangong 1 (Ansa/CMSE)

Il rientro della stazione spaziale cinese Tingong 1 è previsto a partire dalla prossima settimana: le previsioni basate sulle osservazioni e sui calcoli della traiettoria indicano per ora il periodo compreso fra il 28 marzo e il 4 aprile, ma la situazione si evolve continuamente. “Quella prevista per il rientro non è una finestra fissa, ma viene aggiornata continuamente e diventerà sempre più piccola”, ha detto all’Ansa Ettore Perozzi, che con Claudio Portelli lavora nell’ufficio dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) sulla consapevolezza dello spazio.

Rispetto alla sua quota iniziale di 360 chilometri, la stazione Tiangong 1 si era abbassata a 250 chilometri il primo marzo scorso e negli ultimi 23 giorni è scesa di altri 30 chilometri, fino agli attuali 220. Continuerà naturalmente a scendere e “soltanto tre giorni prima si potrà stabilire il giorno dell’impatto nell’atmosfera”, ha detto Perozzi. “Sono moltissime le incertezze da considerare – ha aggiunto – perché queste dipendono non soltanto dall’assetto, ma dalle condizioni dell’atmosfera”.

Che cadano frammenti sull’Italia c’è una probabilità su 300.000 – È quasi 100 volte più probabile vincere alla Lotteria Italia che veder cadere sulle nostre teste la stazione spaziale cinese Tiangong-1.

A calcolare le probabilità è il Centro di eccellenza in Telerilevamento e Modellistica previsionale di eventi severi (Cetemps) dell’Aquila, che oggi, sul suo sito, apre con l’immagine della mappa dell’Agenzia spaziale europea dove, con il colore verde, viene evidenziata la fascia del Pianeta dove si presume possa cadere la stazione spaziale cinese, che si trova in rientro incontrollato.

Il Cetemps invita a non fare allarmismi. E risponde “alla domanda che tutti si stanno facendo: qual è il rischio che cada proprio sulle nostre teste?”. “La superficie dell’Italia è di 300.000 km2. La superficie del Pianeta considerata a rischio è di 160.000.000 km2. Quindi l’Italia rappresenta lo 0.18% della superficie in questa fascia. Se la percentuale in questa banda è tale, significa – afferma il Cetemps – che c’è una possibilità su 300.000 che la stazione spaziale cinese cada sul nostro territorio. Considerando una densità di circa 200 persone per km2, questa probabilità scende a circa una possibilità su 1.000.000.000. Per capirci, la probabilità che vinciate la prossima Lotteria Nazionale – dice il Cetemps – è 1 su 10.000.000. Quasi 100 volte più probabile, e lo sapete – concludono gli esperti del Cetemps in un dialogo virtuale con l’utente – quanto sia probabile che ciò capiti a voi”.

Fonte:Ansa

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Massacro a Gaza, medico: L’80% dei feriti colpiti da proiettili israeliani

Il direttore ad interim dell'ospedale al-Awda di Jabalia, Mohammed Salha, afferma che circa l'80% dei feriti nella strage durante...

DALLA CALABRIA

Traffico e incendio di rifiuti tossici, due arresti nel reggino

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito stamane un’ordinanza di misura cautelare personale nei confronti di associazione...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)