19 Maggio 2024

Risoluzione Onu per un cessate il fuoco a Gaza. 14 voti a favore. Gli Usa astenuti

Correlati

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato oggi una risoluzione che chiede un cessate il fuoco immediato a Gaza durante il mese sacro del Ramadan e l’urgente necessità di espandere il flusso di aiuti a Gaza. Lo riportano i media arabi.

La bozza ribadisce inoltre la richiesta di eliminare tutte le barriere con Gaza per la fornitura di assistenza umanitaria su larga scala, in linea con il diritto umanitario internazionale e con le risoluzioni 2712 (2023) e 2720 (2023).

“L’emendamento verbale russo non è passato per mancanza di voti. Ma nel voto sostanziale i favorevoli sono stati 14, mentre gli Stati Uniti si sono astenuti. La risoluzione quindi è passata”.

Reagendo subito dopo il voto, il segretario generale António Guterres ha affermato su X che la risoluzione tanto attesa deve essere attuata; l’incapacità del Consiglio di farlo “sarebbe imperdonabile”.

“Il disaccordo in seno al Consiglio ha visto diverse serie di bozze annullate da uno o più dei suoi cinque membri permanenti con diritto di veto (Cina, Francia, Russia, Regno Unito, Stati Uniti) da quando è iniziata l’aggressione israeliana il 7 ottobre 2023”, si legge su Wafa.

“Dall’inizio della brutale aggressione israeliana alla Striscia di Gaza, gli Stati Uniti hanno posto il veto a tre risoluzioni che chiedevano un cessate il fuoco a Gaza”.

Venerdì scorso, Russia e Cina hanno usato il loro potere di veto nel Consiglio di Sicurezza per respingere un progetto di risoluzione statunitense su Gaza che non includeva alcuna richiesta diretta di cessate il fuoco, ma si riferiva piuttosto al sostegno degli sforzi internazionali in corso per garantire un cessate il fuoco.

“Le forze di occupazione hanno continuato la loro aggressione sulla Striscia di Gaza via terra, mare e aria dal 7 ottobre, che finora ha provocato l’uccisione di 32.333 civili, per lo più bambini e donne, e il ferimento di altri 74.694, oltre a migliaia di dispersi sotto le macerie”.

“L’ambasciatore algerino Amar Benjama, rivolgendosi al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ha affermato che il progetto porrà fine ai massacri israeliani che vanno avanti da cinque mesi”.

“Il bagno di sangue è durato troppo a lungo”, ha detto. “Finalmente il Consiglio di Sicurezza sta finalmente rispondendo agli appelli della comunità internazionale e del Segretario Generale”.

Autorità palestinese accoglie con soddisfazione risoluzione Onu
“La Presidenza palestinese ha accolto con favore l’approvazione di una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che chiede un cessate il fuoco immediato nella Striscia di Gaza che porti a un cessate il fuoco permanente e sostenibile. La presidenza ne ha chiesto l’immediata attuazione per preservare la vita di civili innocenti. Lo riporta l’agenzia di stampa Wafa.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente in elicottero per il presidente iraniano Raisi, ricerche in corso

Il presidente dell'Iran Ebrahim Raisi è rimasto coinvolto in un incidente con l'elicottero a bordo del quale stava viaggiando...

DALLA CALABRIA

Vibo Marina, sequestrata un’area non autorizzata di rifiuti

Un'area utilizzata da una ditta formalmente dedita ad una attività di commercio al dettaglio di parti ed accessori di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)