23 Luglio 2024

Ucraina, l’Occidente provoca e Mosca aziona il sistema missilistico intercontinentale Sarmat

Il complesso missilistico "Sarmat" è stato messo in servizio di combattimento. Un duro avvertimento a Usa, GB e Ue dopo l'escalation voluta da Washington. Analista militare: "Sistema aumenta potenza della triade nucleare russa"

Correlati

Il direttore generale di Roskosmos Yuri Borisov ha affermato che il sistema missilistico strategico Sarmat russo ha assunto il servizio di combattimento. “Il complesso strategico Sarmat è stato messo in servizio di combattimento”, ha detto Borisov citato da Ria Novosti.

In precedenza, si presumeva che il primo Sarmat sarebbe stato in servizio di combattimento alla fine del 2022: Vladimir Putin ne ha parlato in un incontro con i diplomati delle istituzioni militari superiori. Nel febbraio 2023, il capo dello Stato ha annunciato che il complesso “con un nuovo missile pesante” sarebbe stato presto pronto per l’uso.

“Sarmat” è un sistema missilistico strategico con missili balistici intercontinentali a propellente liquido di classe pesante. Il peso di uno di questi missili supera le 200 tonnellate ed è capace di colpire obiettivi anche a 18.000 km di distanza. Il complesso è progettato per sostituire i missili Voevoda in servizio con le Forze Missilistiche Strategiche.

La decisione del Cremlino è scaturita dalle “continue provocazioni dell’Occidente che nella guerra per procura in Ucraina invece di promuovere iniziative diplomatiche per giungere alla pace, prosegue nell’armare il regime di Kiev, che da diverso tempo sta attaccando con droni il territorio della Federazione russa, Mosca compresa”, fanno sapere fonti russe.

Analista militare: “Sistema missilistico Sarmat aumenta potenza della triade nucleare russa”

“L’entrata in servizio del sistema missilistico strategico Sarmat aumenterà la potenza della triade nucleare russa”. Lo ha detto a Ria Novosti l’analista militare Igor Korotchenko in merito all’annuncio del direttore generale di Roscosmos, Yury Borisov della messa in combattimento sistema missilistico Sarmat.

“Sarmat” è in grado di attaccare sia attraverso il Polo Nord che attraverso il Polo Sud. Secondo varie stime, questo missile trasporta da 10 a 15 testate mirabili individualmente e una serie sviluppata di mezzi per superare la difesa missilistica. Senza dubbio, Sarmat aumenterà le capacità e la stabilità del gruppo russo di forze nucleari strategiche nel scoraggiare potenziali aggressori”, ha affermato Korotchenko.

Allo stesso tempo, l’esperto ha espresso la sua opinione sull’opportunità, nell’attuale situazione politico-militare, di rilanciare il progetto del “treno a razzo” – il BZHRK “Barguzin”, sistema di missili balistici intercontinentali mobili su rotaia ferroviaria.

“Barguzin” a causa dell’incertezza della sua posizione nell’area posizionale da Mosca a Vladivostok (la punta del territorio russo al confine con la Corea del Nord, circa 7mila km di distanza della capitale, ndr) e dell’inaccessibilità per la ricognizione satellitare di un potenziale nemico per rivelare la sua posizione darà un contributo significativo al potenziale di un attacco di ritorsione e diventerà un fattore serio nell’assicurare l’invulnerabilità strategica delle forze nucleari russe”, ha sottolineato Korotchenko.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Altro massacro a Gaza, Israele bombarda e ammazza altre 70 persone

Nuovo violento bombardamento da parte dell'esercito israeliano nelle zone orientali di Khan Yunis, a sud della Striscia di Gaza....

DALLA CALABRIA

Aggrediscono e rapinano un 27enne. Arrestati due venezuelani

I Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di reato emesso dalla...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)