Firenze, amico spara a coetaneo. In fin di vita Francesco Collini

Firenze, amico spara a coetaneo. In fin di vita Francesco ColliniDramma nel circolo ricreativo “Il Racchio” di San Piero a Ponti, nel Fiorentino, dove ieri sera, prima di mezzanotte un giovane di 23 anni, Francesco Collini, è stato raggiunto da un ragazzo che gli ha scaricato cinque colpi di pistola alla testa e alle spalle. Il killer è stato oggi arrestato dai carabinieri perché sospettato (al momento) del solo tentato omicidio.

La vittima, fiorentino, è stato trasportato in gravissime condizioni all’ospedale di Careggi dove lotta tra la vita e la morte. In ospedale i medici hanno tentato un disperato tentativo di estrarre i proiettili dal cranio. Un interevnto delicatissimo. Francesco Collini è in fin di vita.

Secondo prime informazioni raccolte dall’Arma, i due si conoscevano ed erano stati amici in passato, ma i rapporti si erano interrotti a causa di dissidi su cui gli investigatori stanno raccogliendo elementi. Sconosciuti al momento i motivi del gesto, ma non si esclusono vecchi rancori sfociati nella follia omicida del coetaneo.

Dopo l’incursione al circolo, lo sparatore è riuscito a fuggire. Subito riconosciuto anche attraverso testimonianze, il giovane si era rifugiato a casa dei genitori, con i quali vive a Campi Bisenzio (Firenze), e qui i militari lo hanno rintracciato e ammanettato. Recuperata anche la pistola con cui ha sparato.

L’aggressore avrebbe sparato cinque colpi, tre dei quali hanno raggiunto Francesco Collini alla testa e alla schiena. Accasciato a terra, sono stati poi gli avventori del circolo a chiamare soccorsi e 112.

L’episodio è avvenuto alle 23.45 circa di venerdì sera all’interno del circolo di San Piero a Ponti, nel comune di Campi Bisenzio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Signa e del reparto operativo di Firenze.