Magnago (Mi), uccide la fidanzata con 15 coltellate e tenta suicidio

Magnago, Arturo Saraceno uccide la fidanzata Debora Fuso con 15 coltellate e tenta suicidioUn uomo di 33 anni, Arturo Saraceno, ha ucciso con 15 coltellate l’ex convivente, Debora Fuso, di 25 anni e poi ha tentato il suicidio. La tragedia è successa nel primo pomeriggio in via Cardinal Ferrari, a Magnago, a nord di Milano.

La ragazza, è stata trovata sulle scale dell’abitazione. L’uomo era invece in casa, in gravi condizioni per una coltellata al petto. Soccorso dai carabinieri, è stato ricoverato all’ospedale di Legnano.

Secondo quanto riferito da alcuni vicini il 33enne da alcune settimane non viveva più insieme alla compagna. Negli ultimi tempi li sentivano litigare spesso. Anche oggi i coinqulini hanno sentito urla provenire dall’appartamento. Quando hanno capito che stava accadendo qualcosa di drammatico hanno telefonato ai carabinieri.

Da una prima ricostruzione, Arturo Saraceno al culmine dell’ennesimo litigio, intorno alle 14.30, ha aggredito con un coltello da cucina Debora Fuso, per poi tentare il suicidio sferrandosi una coltellata al petto, quasi alla stregua dell’omicidio suicidio avvenuto a Firenze due giorni fa.

Il giovane è stato arrestato in flagranza per omicidio. Fuori pericolo di vita, è stato dimesso dall’ospedale e portato in caserma, sarà poi accompagnato in carcere a Busto Arsizio.

Condividi