San Prisco (Caserta), ammazza la compagna a coltellate e si costituisce

auto carabinieriHa ucciso la compagna a coltellate e si è costituito ai carabinieri. E’ successo presso presso la Cava Tifatina nel comune di San Prisco (Caserta) dove l’uomo, Nicola Piscitelli, di 55 anni, ha accoltellato a morte Rosaria Lentini, catanese di 59 anni.

Piscitelli, originario di Arienzo, nel Casertano, si è poi recato all’alba presso la Stazione Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere riferendo che poco prima, a seguito di una lite, aveva accoltellato la propria convivente. L’uomo è stato sottoposto a fermo con l’accusa di omicidio.

Il reo confesso, che si era presentato ai militari in evidente stato di agitazione, aveva con sè un coltello ancora insanguinato dando indicazioni sul luogo del delitto.

I Carabinieri si sono recati presso la Cava Tifatina dove hanno rinvenuto il corpo ormai senza vita di Nicola Piscitelli,Rosaria Lentini. La donna era in posizione supina, all’interno di un sacco a pelo riversa sul terreno.

Sul luogo sono ora in corso rilievi e accertamenti da parte dei militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Caserta e della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere. Indagini sono in corso. Nicola Piscitelli è stato sottoposto a fermo con l’accusa di omicidio.

Condividi