Giro di vite tra forze di polizia e 007. Le nomine del governo

Da sinistra in alto Franco Gabrielli, Mario Parente e Alessando Pansa, da sinistra in basso Carmine Masiello, Giorgio Toschi e Valter Girardelli (Ansa)
Da sinistra in alto Franco Gabrielli, Mario Parente e Alessando Pansa, da sinistra in basso Carmine Masiello, Giorgio Toschi e Valter Girardelli (Ansa)

Il Consiglio dei ministri ha nominato Alessandro Pansa al vertice del Dis, l’organismo che coordina i due servizi segreti (Aise e Aisi), e Mario Parente al vertice dell’Aisi. Franco Gabrielli, ex capo della protezione civile e ormai anche ex prefetto di Roma, è il nuovo Capo della Polizia mentre Giorgio Toschi è stato nominato nuovo comandante della Guardia di Finanza. Ad annunciarlo, al termine del Cdm, è il premier Matteo Renzi in conferenza stampa a palazzo Chigi.

L’ammiraglio Valter Girardelli è il nuovo Capo di Stato Maggiore della Marina militare. Il nuovo consigliere militare di palazzo Chigi è il Generale Carmine Masiello. Il premier ha detto che presto cambierà anche il capo della sicurezza di palazzo Chigi. Il governo ha poi proposto l’incarico di consigliere di Stato al generale Saverio Capolupo, sostituito oggi al comando della Gdf da Toschi.

“Ho sentito nei giorni scorsi una ridda di nomi, come se dovessi mettere un amico a capo dei servizi segreti… Abbiamo deciso di fare oggi le nomine che dureranno due anni. Ci siamo dati come regola nomine biennali per una questione di correttezza”, ha spiegato Renzi. “Non ci sono cordate, si tratta di nomine totalmente istituzionali. Abbiamo fatto scelte di alto livello”, ha aggiunto.

Parlando di Marco Carrai , il premier ha detto: “Ci conosciamo da dieci anni. Ho chiesto a Carrai di darmi una mano nel settore del Big Data, spero che non abbia cambiato idea. Io no, spero che venga a lavorare con noi. Si sta parlando delle nomine di staff, spero che lui accetti di venir a lavorare con noi”. ”

“Carrai – ha continuato Renzi – è un mio amico come tante persone che lavorano nel mio staff. Lo conosco da dieci anni. Trovo il modo in cui è stato raccontato e descritto un grande sfoggio di fantasia. Non c’è persona più distante di come è stato raccontato. Spero non si sia stancato di vedere come il suo nome è stato descritto”. Il Cdm ha dato anche il via libera al decreto sul sistema bancario.

Condividi

Rispondi