6 Ottobre 2022

Migliaia di No Green pass in piazza, l’isteria della Polizia che esegue ordini criminali contro il Popolo

Il discriminatorio certificato colpisce anche le Forze dell'ordine, obbligati dal regime di Draghi a inocularsi il siero sperimentale. Nonostante questa discriminazione, su disposizione del Viminale, reprimono chi manifesta anche per loro, ossia il Popolo sovrano, che gli paga gli stipendi. Disobbedire a ordini illegali e tirannici è un dovere

Correlati

Come ogni sabato anche oggi ci sono state manifestazioni in tante citta italiane. Migliaia di persone dissidenti contro il Green pass e il regime instaurato in Italia, si sono concentrate nelle piazze per rivendicare il loro sacrosanto diritto a ribellarsi contro le leggi liberticide che il governo Draghi – esautorando il misero e corrotto Parlamento italiano, col pretesto dell’emergenza infinita -, ha varato nonostante le proteste di milioni di persone contrarie alle discriminazioni razziali, che siano etniche, religiose, di orientamento sessuale, di pelle o sanitarie.

Le forze dell’ordine, tra carabinieri e polizia e altri, stanno reprimendo anche con estrema violenza, su ordini del Viminale (la Gestapo moderna), queste manifestazioni pacifiche. Sono le stesse forze dell’ordine colpite duramente dal decreto di palazzo Chigi che hanno, dal prossimo 6 dicembre, l’obbligo del super Green pass, il certificato discriminatorio per accedere sul posto di lavoro, è chi ne è sprovvisto è costretto a subire sospensioni; mensa dei corpi vietate, bensì arrangiarsi sulle scalinate delle caserme, solo perché hanno scelto liberamente di non inocularsi il siero genico sperimentale imposto da una legge liberticida e incostituzionale.

Anche per decine di migliaia di loro scatterà l’ingiusto obbligo imposto al governo italiano guidato da Draghi, mai eletto, ma dipendente dell’èlite globalista e che risponde non agli italiani ma ai potenti circoli dell’alta finanza.

Una discriminazione che si può ben definire nazista 2.0 la quale anima il popolo free vax (ma anche vaccinati rimasti ingannati dal governo) e mette legittimamente in atto proteste in tutto il Paese.

Costoro, le forze dell’ordine, eseguono gli ordini di un sistema dispotico e tirannico che elude le leggi e la stessa Costituzione. Essi non difendono il Popolo sovrano da cui dipendono e che gli paga gli stipendi, bensì – dove è stato tutto calpestato e azzerato -, eseguono oggi le disposizioni di un manipolo di mentecatti che col pretesto del terrore sanitario ha attuato nel nostro Paese un vero e proprio colpo di Stato, come afferma lucidamente il filosofo Agamben. Un vergognoso apartheid e una sprezzante discriminazione sociale.

E invece di unirsi alla protesta, abbassando i caschi antisommossa, queste forze dell’ordine reprimono anche con violenza i cittadini che manifestano anche per loro, tra questi vaccinati o non vaccinati. Il Green pass è un abominio giuridico dicono i più eminenti giuristi.

Accettare di difendere queste pseudo leggi eseguendo questi ordini dispotici, equivale a ragionare alla stregua di chi durante le peggiori dittature del passato reprimevano e uccidevano i dissidenti per ordini superiori. La dignità non ha prezzo!

Poi la Storia ha riscritto alcune verità, ma non bisogna mai dimenticare che le Leggi Razziali varate dal Fascismo ebbero lo stesso unanimismo che abbiamo registrato l’altra sera in Consiglio dei ministri, quando è stato varato l’infame green pass che seleziona i cittadini in base al loro stato di salute, concedendo ai possessori del lasciapassare alcune libertà ed escludendo altri milioni di persone dalla vita sociale. Per decreto si è stabilito che chi è sano ma non ha voluto ricevere il siero genico sperimentale è un malato a prescindere. Follia allo stato puro.

Che Dio abbia pietà delle forze dell’ordine, ma si ribellino, disobbediscano anche loro a questa tirannia. Girino il volto dall’altra parte davanti a ordini ingiusti e autoritari.

La storia insegna che in passato il prezzo pagato per la Libertà è stato altissimo. I nostri avi hanno versato sangue per donarcela e disegnare i confini del più bel paese del mondo.

Sappiamo bene che in questa deriva autoritaria ci sono responsabilità gravissime ai più alti livelli istituzionali. In primis il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che da garante della Carta andrebbe messo in stato di accusa per Alto Tradimento, per aver permesso questo autoritarismo senza aver mai battuto ciglio: non un rilievo, non un monito, niente di niente. Un silenzio “sospetto”, come scrivevo qualche giorno fa.

Eppure, guarda il paradosso, il 25 aprile del 2019, in una sua dichiarazione pubblicata su Twitter affermava che (udite udite…) “La storia insegna che quando i popoli barattano la propria libertà in cambio di promesse di ordine e di tutela, gli avvenimenti prendono sempre una piega tragica e distruttiva”. Ciò che sta avvenendo oggi in Italia è gravissimo e ricalca pari pari l’allora monito del capo dello Stato.

La Libertà individuale inviolabile, secondo la Costituzione, è stata soppressa con il pretesto di una ormai inesistenza emergenza sanitaria, e con il ricatto e una estorsione di stampo mafioso, viene concessa e autorizzata (barattata appunto) solo a chi si inocula un siero genico sperimentale cui nemmeno i produttori né le agenzie del farmaco conoscono i possibili danni a medio e lungo termine. Qualcuno pagherà per questi crimini contro l’umanità?

Dino Granata

 


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Elezioni in Brasile, è ballottaggio tra Lula e Bolsonaro. Jair: “Contro tutto e tutti, vinceremo”

Il candidato progressista si è fermato al 48,43% nonostante i sondaggisti lo davano vittorioso al primo turno. Il presidente uscente ha ottenuto il 43,2 percento, ma ha sbancato il congresso ottenendo almeno 99 seggi. Doppio turno il 30 ottobre.

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER