29 Maggio 2024

Donna trovata uccisa a Cagliari, due arresti

Correlati

Carabinieri nel palazzo è stata trovata morta Joelle Maria Giovanna Demontis,
Carabinieri nel palazzo è stata trovata morta Joelle Maria Giovanna Demontis, (Ansa/Scordo)

Una donna di 58 anni di origini tunisine, Joelle Maria Giovanna Demontis, è stata trovata uccisa all’interno del proprio appartamento in via dei Donoratico, a Cagliari.

I carabinieri hanno arrestato due conquilini, Giorgio Reciso, di 40 anni, e Marta Dessì, di 26, con l’accusa di omicidio volontario. Non è ancora ben chiaro il movente, ma tutto lascia supporre che tra i tre sia scoppiata una violenta lite per contrasti di vicinato.

La scoperta del cadavere ieri, quando alcuni vicini hanno lanciato l’allarme. Sul luogo si sono recati i militari di Cagliari, il pm Daniele Caria e il medico legale che aveva effettuato una prima ispezione sul corpo rinvenendo diverse ferite, forse causate da un oggetto contundente. Dopo un lungo interrogatorio in caserma i due presunti assassini sono stati condotti nel carcere di Cagliari Uta.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Dramma in Valtellina, tre finanzieri muoiono durante un’esercitazione

Tutti giovanissimi, i militari stavano scalando una parete rocciosa quando all'improvviso sono precipitati nel vuoto. Altri colleghi della Guardia di finanza hanno assistito impotenti alla tragedia

DALLA CALABRIA

Villa, fermata la madre della 13enne che ha abbandonato il neonato

Decisione dei magistrati reggini dopo che gli investigatori hanno raccolto elementi indiziari di rilievo. Dall'autopsia è emerso che il neonato era nato vivo: "E' stato soffocato appena nato, poi è stato abbandonato tra gli scogli a Villa San Giovanni". La donna è accusata di infanticidio

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)