25 Luglio 2024

Mosca attaccata da droni ucraini. Colpiti grattacieli. Nessun ferito

Correlati

“Diversi droni sono stati abbattuti mentre cercavano di dirigersi verso Mosca. Uno ha colpito lo stesso grattacielo dell’ultima volta”, ha detto su Telegram il sindaco della capitale russa Sergey Sobyanin aggiungendo che non si segnalano feriti. Il ministero della Difesa russo citato dall’agenzia Tass parla di due droni abbattuti su Mosca.

L’esercito russo ha dichiarato di aver respinto la notte scorsa un attacco ucraino con tre droni marini contro le sue motovedette nel Mar Nero. “I tre droni marini nemici sono stati distrutti” dal fuoco delle navi russe, ha affermato il ministero della Difesa in un comunicato, aggiungendo che le motovedette sono state attaccate a 340 km a sud-ovest di Sebastopoli, il porto della flotta russa del Mar Nero nella Crimea annessa.

“Li abbiamo visti in passato. Voglio solo dire molto chiaramente che noi non incoraggiamo, né facilitano, gli attacchi (ucraini, ndr) all’interno della Russia”: lo ha detto in un’intervista alla Cnn il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale statunitense, John Kirby. “Abbiamo avuto colloqui con gli ucraini riguardo alle nostre preoccupazioni sugli attacchi all’interno della Russia… La nostra posizione è che vogliamo focalizzarci sulla guerra all’interno dell’Ucraina, vogliamo assicuraci che abbiano tutto ciò di cui hanno bisogno per avere successo in questa controffensiva”, ha sottolineato.

Mosca: “Droni di Kiev distrutti”

“Il regime di Kiev ha tentato di attaccare varie strutture nella capitale russa con l’uso di droni nelle prime ore di martedì”. Lo ha annunciato ai giornalisti il ​​ministero della Difesa russo.

Secondo il ministero, due droni sono stati abbattuti dalle forze di difesa aerea del paese sopra la regione di Mosca, in particolare sulle aree di Odintsovo e Naro-Fominsk, e il terzo era stato disabilitato con l’uso di mezzi di guerra radio-elettronica e poi si è schiantato- atterrato in uno dei grattacieli della città di Mosca.

“Il tentativo di attacco terroristico per conto del regime di Kiev con l’uso di veicoli aerei senza pilota [UAV] che ha preso di mira varie strutture a Mosca e nella regione di Mosca è stato sventato. Due UAV ucraini sono stati abbattuti dalle forze di difesa aerea sul territorio di Odintsovo e Naro -Distretti di Fominsk nella regione di Mosca”, ha affermato il ministero.

Il dicastero ha aggiunto che “un altro drone è stato neutralizzato con l’uso della guerra elettronica e dopo che il bolide militare ha perso il controllo è precipitato in uno degli edifici non residenziali del complesso Moscow-City”.

Il sindaco di Mosca Sergey Sobyanin ha dichiarato all’inizio della giornata che le forze di difesa aerea russe hanno abbattuto diversi droni militari che hanno preso di mira la capitale russa con uno dei droni che ha colpito e inflitto danni a uno dei grattacieli della città di Mosca.

“Le forze di difesa aerea hanno abbattuto diversi droni in rotta verso Mosca. Uno di loro ha colpito lo stesso grattacielo nella città [di Mosca] di prima. La facciata al livello del 21° piano dell’edificio ha subito danni. I servizi di emergenza stanno lavorando a la scena dell’incidente”, ha scritto Sobyanin sul suo canale di social network Telegram.

Una fonte dei servizi di emergenza russi ha annunciato poco dopo l’incidente che nessuno è rimasto ferito nell’ultimo attacco dei droni militari contro la capitale russa.

“Secondo i dati preliminari, non ci sono vittime a seguito di un attacco di droni contro una torre nel quartiere IQ della città di Mosca. I vetri dell’edificio sopra il piano 17 hanno subito danni”, ha detto la fonte.

Domenica 30 luglio, il sindaco di Mosca Sobyanin ha dichiarato che la capitale della Russia è stata attaccata da droni ucraini, con danni minori a due grattacieli di uffici nella città di Mosca. Nessuno è rimasto ferito.

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato in seguito che un drone era stato distrutto a mezz’aria sopra il distretto di Odintsovo appena fuori Mosca e altri due erano stati bloccati e si erano schiantati nella città di Mosca.

A parte questo, secondo il ministero della Difesa russo, domenica notte 25 droni ucraini hanno cercato di attaccare la Crimea. Sedici di loro sono stati abbattuti dai sistemi di difesa aerea e altri nove sono stati bloccati da mezzi di guerra elettronica.

Il 28 luglio, il ministero ha riferito che l’Ucraina aveva colpito le infrastrutture civili a Taganrog utilizzando un missile di difesa aerea S-200 convertito in un missile d’attacco. Diversi edifici sono stati danneggiati e diverse persone sono rimaste ferite.

L’esercito ucraino – riporta Tass – ha fatto inutili tentativi di mettere in scena un’offensiva dall’inizio di giugno. Il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu ha dichiarato l’11 luglio che dal 4 giugno l’esercito ucraino ha perso più di 26.000 soldati e 3.000 pezzi di equipaggiamento. Secondo il presidente russo Vladimir Putin, le forze ucraine non hanno successo in nessuna area.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Altro massacro a Gaza, Israele bombarda e ammazza altre 70 persone

Nuovo violento bombardamento da parte dell'esercito israeliano nelle zone orientali di Khan Yunis, a sud della Striscia di Gaza....

DALLA CALABRIA

Spacciavano droga a Cosenza durante il lockdown, 49 arresti

I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza, con il coordinamento della Procura, stanno eseguendo in varie località italiane, un...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)