27 Febbraio 2024

Mattarella a Bruxelles: "Profughi problema di tutta l'Ue"

Correlati

Sergio Mattarella con Martin Shultz (Ansa/Quirinale)
Sergio Mattarella con Martin Shultz (Ansa/Quirinale)

“Il problema dei profughi è drammatico e interpella tutta l’Unione europea”. Lo ha detto il capo dello Stato, Sergio Mattarella, nel suo primo incontro con l’Ue e con Martin Schulz, presidente del Parlamento europeo.

Il presidente della Repubblica, ha affrontato con il numero uno di Strasburgo anche il tema della crisi libica, ribadendo che si deve sostenere lo sforzo di Bernardino Leon, l’inviato Onu per la Libia, per un governo di unità nazionale e l’auspicio di “stabilità” in tutta l’area.

“L’Italia è una grande democrazia umanitaria”, ha invece detto Schulz a Mattarella, durante il lungo e cordiale colloquio avuto martedi mattina. Schulz ha affermato che non avrebbe mai potuto immaginare l’enorme sforzo della Marina militare italiana per l’impegno umanitario senza precedenti rappresentato da Mare nostrum.

Mattarella ha discusso anche della Grecia, considerando che “l’ipotesi dell’uscita della Grecia dall’euro non è neppure da prendere in considerazione”. Mattarella ha parlato di “paradosso” per quel che riguarda la considerazione che si ha dell’eurozona: uno dei più grandi risultati dell’Unione europea viene percepito come un ostacolo e non come un valore.

Sergio Mattarella con Donald Tusk (Epa/Hoslet)
Sergio Mattarella con Donald Tusk (Epa/Hoslet)

Il Parlamento europeo “è cresciuto per compiti e importanza” ma, secondo il presidente della Repubblica, “deve crescere ulteriormente per riconquistare la fiducia dei cittadini europei”. Schulz, dal canto suo, ha concentrato molto della sua attenzione sull’eurozona e sui momenti di crisi vissuti nelle ultime settimane, sottolineando che l’ipotesi dell’uscita della Grecia dall’euro non risolverebbe ma anzi aggraverebbe la situazione.

Il presidente dell’Europarlamento ha infine lodato le riforme di Matteo Renzi. Il governo italiano – ha detto – è coraggioso, non è facile riformare l’Italia in tempi brevi e questo qualche volta a Berlino non si capisce”.

Mattarella a Bruxelles nell'incontro con Schulz (Ansa/Quirinale)
Mattarella a Bruxelles nell’incontro con Schulz (Ansa/Quirinale)

Dopo l’incontro con Shultz, Mattarella ha incontrato tutti gli europarlamentari italiani, come primo appuntamento nella sua giornata a Bruxelles. Un gesto di grande attenzione nei confronti dell’organo elettivo come hanno sottolineato i due vicepresidenti, Antonio Tajani (Fi) e David Sassoli (Pd). Appena giunto nell’area in cui si sta tenendo l’incontro, gli europarlamentari hanno rivolto un applauso al capo dello Stato.

Il capo dello Stato ha incontrato l’Alto rappresentante per la politica esteri Federica Mogherini e il presidente del Consiglio europeo, il polacco Donald Tusk con cui ha pranzato insieme. Nell’agenda del Colle è previsto un incontro a Palazzo Reale con il re Filippo di Belgio. La giornata si è conclusa con un colloquio con il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Stoltenberg smentisce Macron: “La NATO non ha intenzione di inviare truppe in Ucraina”

Il presidente francese non aveva escluso questa ipotesi. Ira di Le Pen. Contrari i paesi dell'Est. Il primo ministro slovacco Robert Fico aveva dichiarato che alcuni membri dell’UE e dell'Alleanza atlantica stanno valutando la possibilità di inviare truppe militari nel paese di Zelensky sulla base degli accordi bilaterali con Kiev. Mosca osserva

DALLA CALABRIA

Truffa e peculato, interdette 4 persone, tra cui un medico e 2 infermieri

Operazione di carabinieri e finanzieri. Coinvolto anche un imprenditore del cosentino. Secondo la procura di Catanzaro avrebbero sottratto dispositivi medici e farmaci all'azienda ospedaliero universitaria "Dulbecco" per scopi privati

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)