1 Ottobre 2022

Mesola (Ferrara). Non accettava divorzio. Uomo uccide la figlia e si suicida

Correlati

La villetta di via Alfonso II d'Este a Mesola dove è stata scoperta la tragedia
La villetta di via Alfonso II d’Este a Mesola dove è stata scoperta la tragedia

Non accettava la separazione con la moglie e che l’unica figlia andasse a vivere con la donna. Sarebbe questo il movente che ha spinto un uomo di 50 anni a uccidere prima la figlia 21enne e poi si è suicidato con una pistola detenuta regolarmente per uso sportivo. Il dramma familiare è avvenuto a Mesola, piccolo centro in provincia di Ferrara.

Da quanto appreso, al momento la moglie sembra sia all’estero, in Marocco. A dare l’allarme alcuni parenti che non avevano notizie da giorni. I Carabinieri e i vigili del Fuoco stamattina intorno alle 10.30 hanno dovuto sfondare la porta in una delle villetta a schiera di via Alfonso II d’Este a Mesola, e hanno fatto la tragica scoperta. I corpi erano in un lago di sangue.

Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Comacchio. La famiglia sarebbe di origine nord africana, ma residente a Mesola da anni, perfettamente integrata e regolare. L’omicidio-suicidio potrebbe risalire a domenica 4. L’uomo era un autista di camion, mentre la figlia una studentessa universitaria.

L’ipotesi al momento più seguita è quella di una tragedia generata da un raptus omicida maturato in contesto di forte depressione per via della separazione dalla donna, e l’idea che la figlia seguisse la madre ha fatto scattare in lui la molla omicida-suicida.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

La Russia annette il Donbass. Il discorso di Putin: “Èlite occidentali arroganti. Noi Potenza sovrana”

Il presidente russo: "Non c'è più spazio per il colonialismo e l'egemonia degli Usa. La Russia oggi è tornata ad essere una grande Nazione, una grande potenza millenaria, un Paese di civiltà, e non ha intenzione di vivere secondo le regole truccate e fasulle dell'Occidente"

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER