5 Ottobre 2022

Tentato omicidio a San Giovanni La Punta (Catania). Un arresto

Correlati

Tentato omicidio a San Giovanni La Punta (Catania). Un arresto
Il fucile sequestrato al presunto autore del tentato omicidio a San Giovanni La Punta

E’ stato arrestato il presunto autore del tentato omicidio avvenuto mercoledì mattina a San Giovanni La Punta (Catania). Si tratta di A.F., 57 anni di Viagrande. Sono bastate poche ore ai Carabinieri della Compagnia di Gravina di Catania per fare piena luce sul grave fatto di sangue avvenuto intorno alle 6 di ieri mattina all’incrocio tra Via Duca D’Aosta e via Pisa a San Giovanni La Punta.

I militari, mercoledi 16 marzo sono intervenuti a seguito di una segnalazione telefonica pervenuta al 112 del Comando Provinciale di Catania. Sul posto hanno trovato un 55enne, del luogo, che, poco prima, mentre si accingeva a salire a bordo della propria autovettura, un’alfa 147, era stato raggiunto alla spalla sinistra da alcuni colpi da arma da fuoco esplosi da uno sconosciuto. Si tratta di pallettoni esplosi da un fucile.

L’uomo, soccorso da un’ambulanza del 118, è stato trasportato all’ospedale Cannizzaro di Catania dove i medici lo hanno visitato e medicato per “ferite multiple d’arma da fuoco (15 fori d’entrata) alla spalla sinistra e ferite escoriate multiple al viso” rilasciando una prognosi di 15 giorni. La vittima, dopo un periodo di osservazione, nel pomeriggio è stato dimesso.

Gli investigatori dell’Arma, dopo aver analizzato le immagini registrate da alcune telecamere poste nella zona dell’agguato ed acquisito la prima testimonianza dalla stessa vittima, sono riusciti a risalire all’identità dell’autore dell’agguato che, sentendosi braccato (nel frattempo erano scattate le ricerche con conseguente perquisizione nell’abitazione del presunto feritore), ha preferito, dopo qualche ora, costituirsi nella caserma dei carabinieri di Viagrande (Catania) consegnando ai militari anche l’arma utilizzata per il ferimento, un fucile semiautomatico modello 302 calibro 12, marca Beretta, regolarmente detenuto.

L’arma è stata posta immediatamente sotto sequestro. L’uomo, A.F., su disposizione del magistrato di turno, è stato rinchiuso nel carcere di Catania a Piazza Lanza con l’accusa di tentato omicidio. Sconosciuto al momento il movente dell’agguato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Potrebbero interessarti

Menzogne e bugie hanno da sempre le gambe corte  

SOSTIENICI

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Elezioni in Brasile, è ballottaggio tra Lula e Bolsonaro. Jair: “Contro tutto e tutti, vinceremo”

Il candidato progressista si è fermato al 48,43% nonostante i sondaggisti lo davano vittorioso al primo turno. Il presidente uscente ha ottenuto il 43,2 percento, ma ha sbancato il congresso ottenendo almeno 99 seggi. Doppio turno il 30 ottobre.

Vaccini covid, clamorosa conferma di un team di scienziati: “Nei sieri c’è il grafene”

La dottoressa indiana Poornima Wagh, fa parte di un gruppo di 18 scienziati provenienti da 7 paesi che hanno analizzato 2.305 campioni di "vaccini" Covid di 12 marchi diversi. Trovato di tutto, tranne ciò che è scritto nei bugiardini delle case farmaceutiche: "Altamente inquinati"

I misteri del Covid e dei vaccini

Popolari sul Covid

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER