21 Aprile 2024

Salerno, carabiniere litiga in auto col padre e lo uccide

Correlati

Salerno, carabiniere litiga in auto col padre e lo uccide Dramma a Salerno dove un violento litigio tra padre e figlio ha portato quest’ultimo a uccidere il papà ultrasettantenne. Il presunto omicida è un carabiniere sottufficiale di 43 anni in servizio alla compagnia di Catania.

Da quanto ricostruito, l’uomo ha ucciso il padre nel corso di una lite avvenuta in auto nei pressi del casello autostradale di Mercato San Severino (Salerno).

Sembra che i due abbiano avuto una forte discussione che ha mandato su tutte le furie il carabinieri al punto che ha estratto l’arma che aveva con sé e ha sparato contro il padre 73enne, uccidendolo.

In macchina erano da soli. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Salerno. Sconosciuti al momento i motivi del litigio sfociato nell’omicidio.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Incidente nel Salernitano, conducente Suv positiva a droga e alcool

E' risultata positiva all'alcoltest ed anche alla cocaina, ma quest'ultima positività deve essere confermata da un controesame, la 31enne...

DALLA CALABRIA

Trovato morto uomo scomparso nel Cosentino

E' stato ritrovato cadavere, in una zona impervia del comune di Aiello Calabro, in provincia di Cosenza, l'uomo di...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)