10.6 C
Cosenza
26 Novembre 2021

Donna ammazza il compagno a coltellate. Arrestata per omicidio

Leggi anche

omicidio a Piombino, Fabrizio Gratta ucciso da Beatrice Paini
Da sinistra una foto di Fabrizio Gratta e Beatrice Paini (Fb)

Ancora morte a Piombino, nel Livornese. Una donna di 44 anni, Beatrice Paini ha ucciso il compagno Fabrizio Gratta, di 49 anni, pare nel corso di una violenta lite venerdì 9 settembre nella casa in cui vive la coppia.

Il fatto è successo attorno alle 3 di notte in località Porto Vecchio, a Piombino. Secondo una prima ricostruzione lei avrebbe afferrato un coltello e colpito l’uomo all’addome. Portato in ospedale è morto in seguito ad una grave emorragia. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. La donna è in stato di arresto.

Secondo quanto emerso la coppia, che viveva in una zona periferica di Piombino, non lontano da Fiorentina di Piombino, avrebbe trascorso la serata fuori e al rientro sarebbe scoppiata la lite per futili motivi, poi degenerata: la donna, 44 anni, ha impugnato un coltello con una lama lunga una ventina di centimetri è ha inferto un solo fendente all’addome di Fabrizio Gratta.

E’ stata la presunta omicida, Beatrice Paini, a chiamare i sanitari del 118, forse senza rendersi conto della gravità della ferita dalla quale non sarebbe uscito molto sangue. In ospedale è stato tentato di tutto, ma i parametri dell’uomo sono precipitati, probabilmente a causa della lesione mortale di alcuni organi o di una emorragia interna: il decesso poche ore dopo il ricovero.

I carabinieri di Piombino hanno arrestato la donna ed accompagnata in carcere con l’accusa di omicidio formulata dalla procura di Livorno che coordina le indagini.

Appena 4 giorni fa a Piombino si era consumata un’altra tragedia. Un uomo anziano ha prima ucciso sua moglie, anche lei anziana, e poi si è tolto la vita impiccandosi.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER
- Advertisement -

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

- Advertisement -

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER

Dall'Italia e dal mondo

Green Pass, senatrice Granato: “Fermeremo questa deriva. Draghi ci porterà alla guerra civile”

La parlamentare controcorrente rispetto al pensiero unico su virus e vaccini a iNews24 sull’obbligo del certificato verde, ha spiegato: “Intanto si può valutare un ricorso alla Corte Costituzionale, e poi sicuramente la disobbedienza civile dei cittadini può fare il resto”

Ultime dalla Calabria

Maltempo, a Cosenza scuole chiuse anche sabato 27 novembre

Tutte le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado presenti nel territorio comunale di Cosenza resteranno chiuse...
- Advertisement -

I misteri del Covid e dei vaccini

- Advertisement -

Popolari sul Covid

- Advertisement -

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM e TWITTER