22 Febbraio 2024

Roma, su Fb contro i “miscredenti”: espulso egiziano radicalizzato

Correlati

espulsione rimpatrioIl ministro dell’Interno Marco Minniti ha decretato l’espulsione dal territorio nazionale di un cittadino egiziano di 42 anni sospettato di gravitare nell’universo del fondamentalismo islamico.

A eseguire il provvedimento, gli agenti della Polizia di Stato di Roma. Il destinatario della misura – Mohamed A.O.R., residente a Roma e titolare di regolare permesso di soggiorno dal 2002 – di professione commerciante ortofrutticolo e pregiudicato per reati contro il patrimonio, era da tempo sotto attenzione da parte della Digos della Questura di Roma.

Da risultanze investigative era emerso che l’uomo stava vivendo un periodo di totale cambiamento comportamentale, incline ad una progressiva radicalizzazione; su facebook aveva attestato la sua posizione integralista, nettamente ostile nei confronti dei “miscredenti cristiani”.

Subito dopo l’attentato di Parigi del 13 novembre 2015, l’uomo non solo avrebbe giustificato i fatti terroristici avvenuti, ma avrebbe condannato coloro che avevano espresso solidarietà e cordoglio nei confronti della Francia. L’uomo, inoltre, nell’occasione della nascita di uno dei suoi figli, avrebbe auspicato che il neonato potesse diventare uno dei futuri comandanti dello “jihad”.

Alla luce delle evidenze emerse, attraverso il coordinamento della Direzione Centrale di Polizia di Prevenzione, il ministro dell’Interno ha emesso il provvedimento d’espulsione, rendendo così indispensabile il tempestivo rintraccio del cittadino egiziano.

Al termine di attività d’indagine, l’uomo, veniva individuato e accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Roma, dove gli è stato notificato il provvedimento di espulsione, con conseguenziale revoca e ritiro del permesso di soggiorno in suo possesso.

Nella serata del 14 aprile – dopo la convalida del competente Giudice di Pace – l’interessato è stato accompagnato da personale dell’Ufficio Immigrazione presso l’aeroporto di Fiumicino, da dove è partito con volo per il Cairo alle ore 22:00. Quella di ieri è la 166esima espulsione effettuata dal gennaio 2015.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Terrorismo, perquisizioni in Italia nella rete dell’attentatore di Bruxelles

Le abitazioni di diciotto immigrati nordafricani sono state perquisite dal Ros dei carabinieri e da agenti della Digos di...

DALLA CALABRIA

Operazione antimafia della Dda di Catanzaro, 22 arresti

Un'operazione contro la 'ndrangheta è stata eseguita la scorsa notte nel Catanzarese. I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)