Macabro a Piombino, uomo bruciato vivo. Aveva due monete sugli occhi

Carlomagno campagna novembre 2018

Via Francesco Ferrer Piombino Orrore a Piombino, nel Livornese, dove un uomo di origini tunisine è stato trovato morto bruciato e legato con una catena a letto in un’abitazione di via Francesco Ferrer. Sugli occhi dell’uomo sono state trovate due monete. Il rinvenimento è stato fatto martedì mattina intorno alle 6 dopo che i vicini hanno dato l’allarme per il rogo.

Secondo informazioni, l’uomo sarebbe stato legato con una catena al letto, ucciso a coltellate e poi cosparso di liquido infiammabile e dato alle fiamme. Vicino al letto i carabinieri hanno trovato un coltello che al momento non è chiaro se sia l’arma del delitto.

Dopo aver ucciso l’uomo, l’assassino ha poi riposto due monetine sugli occhi dell’uomo, un messaggio inquietante che non si esclude sia il macabro “rituale” riconducibile a qualche setta. Il tunisino, di cui non si conoscono le generalità, era regolare e risiedeva da tempo a Piombino. Indagini ad ampio raggio dei carabinieri.