Francia, i Gilet gialli ritornano in piazza

Carlomagno campagna Fiat Marzo 2019

Gilet Gialli Gilet gialli, ancora in piazza. Mentre la protesta appare sgonfiarsi in Francia, una parte del movimento invita ad una nuova giornata di mobilitazione per questo sabato a Versailles. La prefettura ha ordinato per precauzione la chiusura del castello alle visite, in un weekend prenatalizio che avrebbe potuto attirare molti turisti.

Il ministro dell’Interno Christian Castaner ha esortato a cessare la protesta, ricordando che oggi c’è stata una nona vittima, un manifestante dei gilet gialli, travolto da un camion sull’autostrada. “Bisogna che tutto questo si fermi. Nove morti, anche questa è la realtà del movimento dei gilet gialli – ha detto Castaner – se qualcuno, una piccola minoranza, vuole continuare a bloccare la vita economica, si prende una responsabilità molto grave”.

Intanto il sito di Le Figaro si chiede fino a che punto continuerà la protesta, dopo che sabato scorso, per l’atto V, si sono mobilitate solo 66mila persone in tutta la Francia. I provvedimenti del governo per venire incontro alle istanze dei gilet gialli, così come il freddo e l’avvicinarsi delle feste hanno contribuito a ridurre la partecipazione.

Per il momento i gruppi Facebook legati alla protesta sono seguiti da un numero inferiore di followers rispetto al passato. Eric Drouet, il camionista che aveva esortato a marciare sull’Eliseo, dal suo gruppo “la Francia in collera” dà appuntamento a Versailles, aggiungendo che all’alba di sabato verrà detto verso quale luogo di Parigi bisogna proseguire. Ma il gruppo ha raccolto finora soltanto 1400 partecipanti e 78mila persone interessate. Un’altra leader del movimento, Priscilla Dudosky, invita a bloccare il traffico dei camion alle frontiere, lasciando passare le auto private. Ma ci sono anche siti che invitano a festeggiare Natale “fra gilet gialli” e danno appuntamento per la sera di Capodanno sugli Champs Elysees. (Adnkronos)