13 Luglio 2024

Omicidio D’Elisa, condannato a 30 anni Fabio Di Lello

Correlati

Roberta Smargiassi con il Fabio Di Lello. A destra Italo D'Elisa, il ragazzo ucciso dal panettiere per vendicare la moglie
Roberta Smargiassi con il Fabio Di Lello. A destra Italo D’Elisa, il ragazzo ucciso dal panettiere per vendicare la moglie

E’ stato condannato a 30 anni di reclusione Fabio Di Lello, il panettiere 34enne che a Vasto ha ucciso due mesi fa Italo D’Elisa, il giovane ventiduenne che a luglio 2016 investì e uccise la moglie di Di Lello, Roberta Smargiassi.

La Corte d’Assise a Lanciano ha inflitto una pena durissima e a tempi di record nei confronti dell’uomo che mercoledì 1 febbraio 2017, nel pomeriggio, ha atteso il giovane all’uscita di un bar di Vasto e lo ha freddato con tre colpi di pistola calibro 9. Poi si è costituito ai carabinieri.

Fabio Di Lello, non avrebbe sopportato i tempi lenti della giustizia e ha agito per farsela da sola, giustiziando Italo D’Elisa che sette mesi prima gli aveva ammazzato la compagna della sua vita. D’Elisa era stato rinviato a giudizio lo scorso dicembre con l’accusa di omicidio stradale, in merito all’investimento mortale della donna.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Nuovo orribile massacro israeliano a Gaza, cento morti e centinaia di feriti

Raid delle forze di occupazione in un villaggio che ospita migliaia di sfollati palestinesi. Il bilancio delle vittime dal 7 ottobre è salito a 38.443 vittime accertate, con ulteriori 88.481 feriti. La maggior parte dei morti sono donne e bambini

DALLA CALABRIA

Incendi, in fiamme uno stabilimento di gomma. E’ allarme inquinamento nel reggino

Un incendio di vaste proporzioni è scoppiato all'interno di uno stabilimento utilizzato in passato come deposito di rifiuti e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)