19 Luglio 2024

Sisma Turchia-Siria, sale a oltre 22mila il bilancio delle vittime

Proseguono i salvataggi miracolosi. Dopo 94 ore un giovane di 17 anni è stato estratto vivo venerdì mattina dalle macerie di un edificio crollato nella città turca di Gaziantep, vicino all'epicentro del terremoto

Correlati

Sale a 22.375 il bilancio delle vittime provocate dai terremoti che hanno colpito la Turchia e la Siria: lo riporta secondo Sky News.

Di queste, 18.991 sono morte in Turchia e 3.384 in Siria. Il numero dei feriti, nei due Paesi, è salito invece ad almeno 75 mila.

Proseguono i salvataggi miracolosi, un ragazzo è stato estratto vivo dopo 94 ore. Un giovane di 17 anni, Adnan Muhammed Korkut, è stato estratto vivo stamattina dalle macerie di un edificio crollato nella città turca di Gaziantep, vicino all’epicentro del sisma, dopo essere rimasto intrappolato per 94 ore. Il ragazzo ha detto di essere stato costretto a bere la propria urina per placare la sete. “Sono stato in grado di sopravvivere in quel modo”, ha detto, come riporta il Guardian. Quando è stato salvato Il 17enne ha sorriso alla folla di amici e parenti che ha cantato il suo nome, applaudendo e piangendo di gioia mentre veniva portato via e messo su una barella.

Il governo siriano ha annunciato stamani che le aree siriane colpite dal terremoto sono “zona disastrata”, e questo per accelerare le procedure interne e internazionali per l’invio e la gestione dei soccorsi umanitari. Lo si apprende da un comunicato del consiglio dei ministri di Damasco in una nota diffusa dall’agenzia governativa Sana.

Gli Usa allentano le sanzioni sulla Siria. In seguito alla catastrofe umanitaria causata dal terremoto in Turchia e Siria, gli Stati Uniti hanno annunciato la sospensione temporanea di alcune sanzioni economiche al governo centrale di Damasco incarnato dal contestato presidente Bashar al Assad. In una circolare diffusa dal Dipartimento del Tesoro di Washington e ripresa da media internazionali e siriani, si stabilisce una “licenza generale per autorizzare gli sforzi di soccorso in caso di terremoto in modo che coloro che forniscono assistenza possano concentrarsi su ciò di cui c’è più bisogno: salvare vite e ricostruire”.

Da decenni gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni economiche, finanziarie e commerciali al governo siriano, rinforzandole ulteriormente nel 2020. Le sanzioni statunitensi alla Siria “non ostacoleranno” il salvataggio di vite umane dopo il terremoto di lunedì in Siria e Turchia, si legge nel documento allegato alla circolare del Dipartimento del tesoro. Il governo statunitense aveva annunciato ieri l’impegno per 85 milioni di dollari in aiuti umanitari destinati alle aree disastrate in Siria. L’esenzione temporanea delle sanzioni, valida fino a fine luglio prossimo, riguarda transazioni economiche verso le aree governative per l’esclusivo uso umanitario relativo all’emergenza post-terremoto.

Il Pkk sospende le “operazioni” in Turchia. Il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) ha sospeso temporaneamente le sue “operazioni” in Turchia dopo i terremoti che hanno colpito il sud del Paese: lo ha annunciato un funzionario militare del gruppo considerato una formazione terroristica da Ankara. “Stop alle operazioni nelle città della Turchia. Abbiamo deciso di non condurre alcuna operazione finché lo Stato turco non ci attaccherà”, ha dichiarato Cemil Bayik, un alto funzionario del movimento, citato dall’agenzia di stampa Firat, vicina al Pkk. (ansa)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Condannato a 16 anni il giornalista del WSJ Gershkovich. Giudice russo: “Spionaggio”

Il reporter del Wall Street Journal Evan Gershkovich, di 33 anni, è stato dichiarato colpevole di spionaggio e condannato...

DALLA CALABRIA

Trentottenne trovato in possesso di oltre 8 kg di droga, in cella

Durante una perquisizione è stato trovato in possesso di oltre 8 chilogrammi di droga pronta per essere smerciata nelle...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)