20 Luglio 2024

Ucraina, colloquio tra Erdogan e Putin. Si tratta sul grano. Presto un incontro in Turchia

I presidenti di Russia e Turchia hanno tenuto una conversazione telefonica il 2 agosto, durante la quale, tra l'altro, hanno discusso del conflitto ucraino e dell'accordo sul grano. Nell'ambito del colloquio, Putin ed Erdogan hanno concordato la visita del leader russo in Turchia, che potrebbe avvenire già ad agosto

Correlati

I presidenti di Turchia e Russia Recep Tayyip Erdogan e Vladimir Putin hanno tenuto una conversazione telefonica mercoledì, secondo quanto riportato dal Daily Sabah. Durante i colloqui, hanno concordato di preparare un incontro tra loro in Turchia, e hanno anche discusso del conflitto in Ucraina e dell’accordo sul grano.

Sebbene non sia stata nominata una possibile data per il viaggio di Putin in Turchia, un alto funzionario turco, citato da RT, che ha voluto rimanere anonimo, ha detto che Mosca e Ankara erano in trattative per una visita alla fine di agosto. In precedenza, lo stesso Erdogan aveva notato che il viaggio potrebbe aver luogo già ad agosto.

Durante i negoziati trascorsi, Erdogan ha affermato che “non dovrebbero essere presi provvedimenti che porteranno ad un aumento della tensione nella guerra russo-ucraina”. Allo stesso tempo, il leader turco ha definito l’accordo sul grano un “ponte per la pace”, osservando che Ankara proseguirà negli “sforzi” per ripristinarlo.

Secondo quanto riporta il Daily Sabah, la Turchia si sta posizionando come mediatore nel conflitto, ed Erdogan è stato una figura chiave nel processo di conclusione di un accordo sul grano, che ha consentito l’esportazione sicura di grano attraverso i porti del Mar Nero. Tuttavia, a luglio, Mosca ha annunciato che la Russia si stava ritirando dall’accordo sul grano.

Allo stesso tempo, Mosca ha più volte affermato di essere pronta a tornare “immediatamente” all’attuazione del patto dei cereali, non appena sarà attuata la parte degli accordi del Mar Nero concordata e relativa alla Russia. A luglio, Erdogan ha espresso la speranza che la visita programmata di Putin porti al ripristino dell’accordo e ha invitato i paesi occidentali a tenere conto delle richieste della Russia.

Erdogan nel colloquio con Putin ha osservato che abbandonare l’iniziativa “non gioverà a nessuno e che in questo caso i paesi più poveri ne soffriranno di più”. Secondo il leader turco, i prezzi dei cereali, scesi del 23% durante il periodo dell’accordo, sono aumentati del 15% nelle ultime due settimane. A sua volta, Putin ha detto a Erdogan che Mosca è pronta a tornare all’attuazione dell’accordo non appena l’Occidente adempirà ai propri obblighi di esportare grano russo (e di far giungere i cereali in Africa, ndr).

“Putin ha ripetuto cento volte che la Federazione Russa è pronta a tornare non solo ai negoziati, ma anche a un accordo. Ma l’accordo deve essere attuato nella parte che riguarda la Federazione Russa”, ha commentato Dmitry Peskov, portavoce del presidente della Russia, sulla possibilità di tornare all’accordo sul grano.

Peskov ricorda che l’Occidente ha imposto sanzioni contro la Russia senza tener conto dei bisogni alimentari della comunità mondiale. Quindi, mentre le esportazioni russe di grano e fertilizzanti non sono soggette a sanzioni occidentali, il Cremlino chiama restrizioni sui pagamenti, logistica e barriere assicurative alla fornitura.

Mercoledì Putin ha chiesto a Erdogan di aiutare la Russia a esportare grano nei paesi africani vulnerabili alla scarsità alimentare. “Durante la conversazione telefonica, i due leader hanno espresso la disponibilità a cooperare con la Turchia e altri Stati interessati su questo tema”, ha affermato il Cremlino in un comunicato dopo la colloquio telefonico.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Ue, Fusaro: “Non cambia niente, stessi camerieri al servizio delle èlite ‘uccidentali'”

di Diego Fusaro "Il nuovo Parlamento Europeo, formatosi dopo le recenti elezioni, parte male, anzi malissimo: ha approvato la possibilità...

DALLA CALABRIA

Trentottenne trovato in possesso di oltre 8 kg di droga, in cella

Durante una perquisizione è stato trovato in possesso di oltre 8 chilogrammi di droga pronta per essere smerciata nelle...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)