30 Maggio 2024

Vicini alla cattura di Norbert Feher alias Igor Vaclavic? No, solo polemiche

Correlati

Da sinistra Igor Vaclavic, a destra Norbert Feher. Le due identità del killer
Da sinistra Igor Vaclavic, a destra Norbert Feher. Le due identità del killer

Il latitante Norbert Feher alias Igor Vaclavic potrebbe essere vicino alla cattura? Al momento no. I carabinieri del comando provinciale di Ferrara che lo avevano tempo fa localizzato nelle Valli del Mezzano in una nota smorzano le polemiche sui presunti conflitti di competenze con la Polizia nella caccia all’uomo più ricercato dopo Matteo Messina Denaro, numero uno di Cosa nostra.

Le indagini sulla latitanza su Norbert Feher, accusato rapine e di due omicidi – quello del tabaccaio a Budrio e di una guardia giurata –  sono state costantemente condivise, fa sapere l’Arma dei Carabinieri, nelle previste sedi istituzionali con le Autorità locali di Pubblica Sicurezza (Prefetto e Questore), che hanno ricevuto informazioni e aggiornamenti, in un quadro di assoluta correttezza istituzionale e reciprocità informativa, nel rispetto della legge.

Sin dai fatti riguardanti la rapina alla guardia giurata a Consandolo di Argenta (Ferrara), avvenuta il 30 marzo 2017, gli organi investigativi del comando provinciale carabinieri di Ferrara hanno avviato attività di indagine per poi proseguire nelle giornate successive, d’intesa con i colleghi di Bologna, a seguito dell’omicidio di Budrio (Bologna).

Si sono acquisiti elementi, spiegano ancora i militari, sulla possibile presenza di Norbert Feher, conosciuto col nomignolo di “Rambo”, nelle Valli del Mezzano solo dopo i fatti delittuosi del tragico 8 aprile 2017. Nessun dato investigativo, fino ad allora, faceva presagire la sua responsabilità penale per gli episodi delittuosi del 30 marzo e del 1 aprile, né la sua presenza nella zona”.

Igor è ancora attivamente ricercato in tutto il centro nord. All’indomani dell’omicidio di Budrio l’Arma aveva schierato nelle campagne attigue un migliaio di uomini. Un dispiegamento di forze imponente che il criminale russo (o serbo) è riuscito a beffare.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Potrebbero interessarti

Mons. Viganò, il Pastore di Cristo contro i tiranni

Altre news

Dramma in Valtellina, tre finanzieri muoiono durante un’esercitazione

Tutti giovanissimi, i militari stavano scalando una parete rocciosa quando all'improvviso sono precipitati nel vuoto. Altri colleghi della Guardia di finanza hanno assistito impotenti alla tragedia

DALLA CALABRIA

Spacciavano droga anche a minorenni, tredici misure nel catanzarese

Tredici misure cautelari sono state notificate dai carabinieri ad altrettanti indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e...

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE


SEGUICI SUI SOCIAL

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)